Controllo impianti smaltimento e recupero rifiuti

La Provincia rilascia l’autorizzazione alla realizzazione e alla gestione di nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti.

Cos’è

La Provincia individua, secondo le previsioni del Piano Territoriale di Coordinamento e del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, sentiti i Comuni, le zone idonee alla localizzazione degli impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti. Sulla base di questa competenza rilascia l’autorizzazione alla realizzazione e alla gestione di nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti.

A chi si rivolge

Ai soggetti, pubblici o privati, che intendono realizzare nuovi impianti di smaltimento e del recupero dei rifiuti.

Accedere al servizio

Presentare domanda di rilascio dell’autorizzazione, utilizzando l’apposito modulo e allegare il progetto definitivo dell’impianto e la documentazione tecnica richiesta dalle disposizioni vigenti in materia urbanistica, di tutela ambientale, di salute e di sicurezza sul lavoro e di igiene pubblica (riferimento: D.G.R.L. 10161 del 6.08.2002).

La Provincia convoca un’apposita conferenza di servizi preliminare a cui partecipano, oltre al soggetto istante, i rappresentanti degli Enti Locali interessati, per l’acquisizione di eventuali chiarimenti e della documentazione integrativa.
La Provincia convoca, quindi, la conferenza conclusiva e, sulla base delle risultanze della stessa, in caso di valutazione positiva del progetto, autorizza la realizzazione e gestione dell’impianto.
In caso di rinnovo di autorizzazione già concessa, deve essere presentata apposita domanda entro 180 gg dalla scadenza.
Le procedure di cui sopra si applicano anche per la realizzazione di varianti sostanziali in corso d’opera o di esercizio.

Costi

  • Marca da bollo da apporre sulla domanda
  • Pagamento degli oneri previsti per l’istruttoria e per il collaudo finale (DGR 8882/2002). Il pagamento deve avvenire tramite c/c postale intestato al Servizio Ecologia e Foreste.
  • I soggetti autorizzati sono tenuti, inoltre, a prestare una garanzia finanziaria a favore della Provincia per l’eventuale risarcimento dei danni derivanti all’ambiente in dipendenza dell’attività svolta. L’ammontare della garanzia è stabilito dalla D.G.R.L. 19461/04

Tempi e scadenze

Convocazione conferenza di servizi preliminare

30 gg. dalla data di presentazione della domanda.

Acquisizione eventuali chiarimenti e documentazione integrativa

90 gg. dalla data di convocazione della conferenza di servizi.

Approvazione progetto e rilascio autorizzazione

30 gg. successivi l’acquisizione delle eventuali integrazioni.

Contatti

Referenti Sara Berizzi
Telefono 0341 295246
Fax 0341 295333
Email sara.berizzi@provincia.lecco.it

Ufficio e Area responsabile

Riferimenti normativi

D.Lgs. 152/06

Ultimo aggiornamento
14/12/2020, 18:59