Ufficio Protocollo: nuovi orari di apertura al pubblico

Da lunedì 18 ottobre.

Autorizzazione unica ambientale – AUA

L’Autorizzazione Unica Ambientale è il provvedimento, che sostituisce gli atti di comunicazione, notifica ed autorizzazione in materia ambientale, previsti dall’art. 3, comma 1, del d.P.R. n. 59/2013

Cos’è

Adottato dalla Provincia quale autorità competente e rilasciato dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), il provvedimento sostituisce i sotto indicati titoli abilitativi:

  • Autorizzazione agli scarichi di cui al Capo II, del Titolo IV, della Sezione II, della Parte III, del D.Lgs. 152/06;
  • Comunicazione preventiva di cui all’art. 112 del D.Lgs. 152/06, per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
  • Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all’art. 269 del D.Lgs. 152/06;
  • Autorizzazione generale di cui all’art. 272 del D.Lgs. 152/06;
  • Comunicazione o nulla osta di cui all’art. 8, commi 4 o 6, della L. 447/95;
  • Autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all’art. 9 del D.Lgs. 99/92;
  • Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli artt. 215 e 216 del D.Lgs. 152/06.

A chi si rivolge

Piccole e medie imprese (PMI) di cui art. 2 del D.M. 18 aprile 2005 nonché impianti non soggetti ad AIA.

Accedere al servizio

Le istanze dovranno essere presentate al SUAP territorialmente competente, esclusivamente con modalità telematica, tramite la piattaforma MUTA o tramite sistema camerale “impresainungiorno”.

Nelle citate piattaforme è possibile la compilazione guidata e di gestione delle istanze in formato standard XML.

Non è possibile la trasmissione delle istanze in modalità differenti da quelle sopra citate.

L’istanza, presentata tramite  il SUAP, viene trasmessa immediatamente in modalità telematica alla Provincia in qualità di Autorità competente che, a conclusione del procedimento amministrativo, adotta il relativo provvedimento e lo inoltra al SUAP.

Caratteristiche

L’Autorizzazione Unica Ambientale:

  • avrà durata di 15 anni a decorrere dalla data di rilascio;
  • deve essere richiesta alla scadenza del primo titolo abilitativo in possesso dello stabilimento o in caso di modifiche sostanziali allo stesso.

Eccezioni

L’AUA non deve essere richiesta nei seguenti casi:

  • se il progetto è soggetto alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) che, in base alle leggi statali o regionali, sostituisce tutti gli atti di assenso di tipo ambientale. In caso di sottoposizione del progetto alla “verifica di assoggettabilità” alla VIA, occorre che la verifica si sia conclusa con un decreto negativo, prima di poter procedere con l’AUA;
  • per gli impianti che sono sottoposti alla disciplina dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), vale a dire le categorie di attività industriali che sono specificate nell’Allegato VIII alla Parte Seconda del D.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  • per gli  impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti (art. 208 del D.lgs. 152/2006);
  • per gli impianti di produzione di energia alimentati da fonti rinnovabili (art. 12 del D.lgs. n. 387/2003);
  • per gli impianti di cogenerazione, alimentati da fonti convenzionali (art. 11 del D.lgs. 115/2008).

La D.G.R. Lombardia 16 maggio 2014 n. X/1840, ha inoltre escluso le seguenti tipologie impiantistiche:

  • gli impianti di trattamento delle acque reflue urbane, in quanto impianti destinati allo svolgimento di attività di pubblico servizio gestite direttamente da enti pubblici o dati in concessione da questi ultimi;
  • gli impianti connessi ad interventi di bonifica o messa in sicurezza di emergenza, poiché inerenti a specifica normativa settoriale e caratterizzati da un esercizio limitato alla durata dell’intervento di bonifica/messa in sicurezza.

Cosa serve

Modulistica unificata AUA adottata dalla Regione Lombardia con D.D.G. n. 5512 del 25 giugno 2014

Regione Lombardia, nell’ambito delle attività di coordinamento finalizzate all’attuazione del Regolamento AUA, ha ritenuto utile predisporre e diffondere un insieme di documenti divulgativi in grado di accompagnare gli operatori in tutte le fasi del procedimento AUA.

Tali documenti sono da intendersi come strumenti di supporto all’attività degli operatori, di carattere propositivo e non ‘perentorio’, utili a definire un modus operandi uniforme sul territorio.

In tal senso potranno essere presi a riferimento dagli operatori e contestualmente integrati e adattati alle specificità locali o eventualmente implementati all’interno delle piattaforme in uso presso SUAP e Autorità Competenti.

Costi

Le spese istruttorie sono determinate dalla Deliberazione Giunta Regione Lombardia X/3827 del 14/07/2015. Tali costi vanno determinati utilizzando i fogli elettronici di calcolo predisposti da Regione Lombardia

Tempi e scadenze

AUA che sostituisce l’autorizzazione ordinaria alle emissioni in atmosfera

120 giorni

AUA che non sostituisce l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera

90 giorni

Contatti

Referenti Francesco Tagliaferri
Telefono 0341 295214
Fax 0341 295333
Email francesco.tagliaferri@provincia.lecco.it
Orari lunedì-mercoledì 9.00-13.00 e 15.00-17.30, martedì-giovedì-venerdì 9.00-14.00

Documenti

Tutta la documentazione è disponibile sul sito di Regione Lombardia nella sezione dedicata ai documenti di supporto agli operatori:

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito della Regione Lombardia nella pagina dedicata alla Autorizzazione Unica Ambientale

Riferimenti normativi

D.P.R. n. 59/2013

Ultimo aggiornamento
22/12/2020, 10:42