Consiglio provinciale

Lunedì 17 giugno 2024 ore 19

Garanzia di occupabilità dei lavoratori: i dati sull’attuazione

Prosegue l’impegno della Provincia d Lecco nella presa in carico dei disoccupati.

Data: 24 Maggio 2023

integrazione lavoro

Prosegue l’impegno dei Centri per l’impiego di Lecco e Merate, in sinergia con gli operatori accreditati ai servizi per il lavoro del territorio lecchese, nella presa in carico dei lavoratori disoccupati per l’attuazione del programma Garanzia di occupabilità dei lavoratori (Gol) in provincia di Lecco.

La misura, finanziata dal Pnrr e attiva in Lombardia dal 6 giugno 2022, garantisce un supporto gratuito alle persone, beneficiarie o meno di strumenti di sostegno al reddito, che, dopo aver rilasciato la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, necessitano di servizi di orientamento, qualificazione professionale e accompagnamento alla ricerca di un nuovo impiego.

I dati aggiornati estratti dal Siul (Sistema informativo unitario lavoro) di Regione Lombardia evidenziano che da gennaio 2023 al 5 maggio scorso sono 3.022 le persone profilate in provincia di Lecco che hanno sottoscritto un patto di servizio personalizzato con un tutor appartenente alla rete territoriale dei servizi per l’impiego (di cui 2.955 si sono rivolte ai Centri per l’impiego di Lecco e Merate, pari al 98%).

Per il 2023, secondo gli obiettivi assegnati da Regione Lombardia, è previsto che siano almeno 5.697 le persone disoccupate, giovani e adulte, che aderiscono al programma Gol in provincia di Lecco, tanto che la rete territoriale lecchese dei servizi al lavoro ha già superato il giro di boa per centrare il target assegnato (53% di avanzamento rispetto alla scadenza del 31/12/2023).

Nel periodo in esame, ben 1.281 aderenti a Gol sono già stati presi in carico per l’attivazione di una dote (di cui 793 utenti dai Centri per l’impiego di Lecco e Merate, pari al 62% del totale). La dote consiste in un pacchetto di servizi gratuiti che, a seconda del cluster di appartenenza degli utenti in esito alla profilazione, possono essere fruiti dai beneficiari della misura.

Rispetto al numero complessivo di doti aperte dall’inizio dell’anno, sono 537 le “doti formazione” attivate (di cui 382, pari al 71% del totale, sono state aperte dai Centri per l’impiego di Lecco e Merate), che consentono la partecipazione a corsi di formazione, in parte già iniziati o conclusi, in parte da avviare.

Rispetto agli obiettivi di attivazione delle doti stabiliti da Regione Lombardia per la provincia di Lecco per il 2023, pari a 2.262 doti, la rete territoriale dei Centri per l’impiego e dagli operatori privati accreditati ha coperto il 23,7% del target assegnato (stato di avanzamento aggiornato al 5 maggio 2023).

Nei primi undici mesi di attuazione di Gol in provincia di Lecco, sono complessivamente 9.612 le persone che sono state profilate dai Centri per l’impiego di Lecco e Merate, di cui 2.593, pari al 27% del totale, hanno scelto di essere prese in carico da uno dei 18 operatori accreditati privati che hanno stipulato l’accordo di partenariato con la Provincia di Lecco per la presa in carico degli utenti Gol.

Il Consigliere provinciale delegato al Centro impiego Carlo Malugani commenta: “L’attuazione del programma Gol sta procedendo in modo soddisfacente e ci stiamo sforzando di aumentare ulteriormente la presa in carico dei lavoratori attraverso lo strumento della dote. I nostri Centri per l’impiego stanno facendo il possibile per rispettare gli obiettivi ed auspico che gli operatori privati possano incrementare la loro capacità di presa in carico per l’erogazione dei servizi al lavoro e alla formazione. Rispetto alla proposta di corsi, alcuni enti di formazione, compresa la nostra Agenzia provinciale per le attività formative, si stanno impegnando per promuovere un’offerta formativa che sia in linea con i fabbisogni di competenze richieste dalle imprese. Visto il numero di beneficiari di Gol che hanno diritto alla formazione, è necessario un ampliamento dell’offerta di corsi professionalizzanti, in special modo in materia di digitalizzazione e per l’acquisizione delle competenze tecnico-professionali più richieste dalle attività economiche del nostro territorio”.

Slide

Ultimo aggiornamento
23/05/2023, 09:13