Consiglio provinciale

Lunedì 16 gennaio 2023 ore 18.30

Giornata nazionale del Servizio civile: iniziativa dei volontari lecchesi

Un audio con la poesia Camminiamo la speranza.

Data: 9 Gennaio 2023

logo servizio civile universale

In occasione della terza Giornata nazionale del Servizio civile universale (15 dicembre) i ragazzi impegnati nei progetti di volontariato della Provincia di Lecco hanno voluto realizzare un audio scegliendo la commovente poesia di Dom Helder P. Camara “Camminiamo la speranza” per sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare i loro coetanei, sui valori della pace, della cooperazione, della solidarietà e della difesa della Patria sanciti dalla Costituzione.

Un momento semplice ma significativo che, anche in occasione di questa importante celebrazione, dimostra l’impegno, l’altruismo e la generosità quotidiana che i giovani volontari mettono a disposizione della collettività.

La rete di servizio civile della Provincia di Lecco attiva dal 2008 con centinaia di giovani che hanno partecipato e partecipano in prima linea con gli enti del territorio (enti locali, pubblici e associazioni no profit) ai progetti negli ambiti di intervento della protezione civile, patrimonio ambientale, cultura e assistenza hanno dimostrato e dimostrano nella pratica quanto sia utile e necessario il loro supporto e quanto il Paese e il territorio abbiano realmente bisogno di loro.

La “Giornata nazionale del servizio civile universale” è stata istituita con direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri dell’11 dicembre 2020, su proposta del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, al fine di attribuire un adeguato riconoscimento al meritevole impegno e dedizione di tutti i giovani che partecipano all’attuazione del Servizio civile universale, anche con riferimento al ruolo svolto per il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile enunciati nell’Agenda 2030 dalle Nazioni Unite.

Ogni anno il 15 dicembre viene celebrato l’alto valore del servizio civile. L’individuazione di tale data non è casuale: il 15 dicembre 1972 venne promulgata nel nostro Paese la prima legge sull’obiezione di coscienza (legge 15 dicembre 1972, n. 772, successivamente abrogata e sostituita dalla legge 8 luglio 1998, n. 230), che ha istituito il servizio sostitutivo civile, alternativo al servizio militare, consentendo l’assolvimento degli obblighi di leva attraverso la prestazione di azioni di impegno sociale non armato, riconducibili al concetto di difesa della Patria.

Camminiamo la Speranza (poesia di dom Helder P. Camara)

Partire è anzitutto uscire da sé.

Rompere quella crosta di egoismo che tenta di imprigionarci nel nostro “io”.

Partire è smetterla di girare in tondo intorno a noi, come se fossimo al centro del mondo e della vita. Partire è non lasciarsi chiudere negli angusti problemi del piccolo mondo cui apparteniamo: qualunque sia l’importanza di questo nostro mondo l’umanità è più grande ed è essa che dobbiamo servire.

Partire non è divorare chilometri, attraversare i mari, volare a velocità supersoniche.

Partire è anzitutto aprirci agli altri, scoprirli, farci loro incontro.

Aprirci alle idee, comprese quelle contrarie alle nostre, significa avere il fiato di un buon camminatore.

E’ possibile viaggiare da soli. Ma un buon camminatore sa che il grande viaggio è quello della vita ed esso esige dei compagni.

Beato chi si sente eternamente in viaggio e in ogni prossimo vede un compagno desiderato. Un buon camminatore si preoccupa dei compagni scoraggiati e stanchi. Intuisce il momento in cui cominciano a disperare. Li prende dove li trova.

Li ascolta, con intelligenza e delicatezza,

soprattutto con amore, ridà coraggio e gusto per il cammino.

Camminare è andare verso qualche cosa; è prevedere l’arrivo, lo sbarco. Ma c’è cammino e cammino: partire è mettersi in marcia e aiutare gli altri a cominciare la stessa marcia

per costruire un mondo più giusto e umano.

(dom Helder Pessoa Camara)

Ultimo aggiornamento
09/01/2023, 12:35