Lecco, 29 agosto 2014 – In merito al dibattito sulle Società partecipate, dopo lo studio effettuato dal commissario straordinario alla Spending Review Carlo Cottarelli, l’Assessore al Bilancio Ennio Fumagalli intende fornire un quadro complessivo della situazione relativa alla Provincia di Lecco:

“La Provincia di Lecco in questo quinquennio ha lavorato alacremente per arrivare alla dismissione delle Società partecipate non redditizie, ben prima del commissario governativo Cottarelli.

La nostra Amministrazione, dopo aver ereditato dalla precedente una situazione molto problematica e in alcuni casi critica, nel 2010 ha effettuato una ricognizione delle partecipazioni per verificare se il loro mantenimento fosse strettamente necessario al perseguimento delle finalità istituzionali o alla erogazione di servizi di interesse generale, provvedendo in caso contrario, ove legislativamente consentito, alla loro dismissione.

Riassumo di seguito i provvedimenti adottati dalla nostra Amministrazione:

Clac srl: il 20 giugno 2011 il Consiglio provinciale ha deliberato di sciogliere e mettere in liquidazione la società, prendendo atto della proposta fatta dai soci nell’Assemblea e della nomina del liquidatore. La fase liquidatoria è in via di conclusione.

Lecco Lavoro srl: all’insediamento di questa Amministrazione la procedura di liquidazione era già avviata e si è conclusa il 31 dicembre 2012.

Casinò Municipale Campione d’Italia spa: al termine di un lungo percorso iniziato con l’insediamento di questa Amministrazione, non appena la legislazione nazionale lo ha consentito, si è deciso di procedere alla liquidazione delle quote per recuperare al patrimonio del nostro Ente il valore della quota investita. Il Comune di Campione d’Italia si è impegnato a concludere la procedura entro il 31 dicembre 2014.

Banca Popolare Etica scarl: nell’ultimo Consiglio provinciale del 12 maggio 2014 l’Amministrazione ha ritenuto di mantenere la partecipazione per le finalità di interesse generale della società, considerate anche l’esiguità della quota e l’assenza di oneri in capo al nostro Ente.

Milano-Serravalle: la Provincia di Lecco ha partecipato a due procedure di gara per la vendita della propria quota, comunque estremamente esigua, che si sono concluse con esito negativo.

Polo Logistico integrato del Bione Lecco-Maggianico spa: la Provincia di Lecco ha approvato la cessione delle azioni detenute, dopo un lungo percorso condiviso con Comune di Lecco e Camera di Commercio di Lecco. Una prima procedura di alienazione è andata deserta; si attende l’esito della seconda.

Spt Holding: la Provincia di Lecco ha affidato una perizia di stima per definire il valore della quota detenuta e avviare la procedura di vendita.

Sul sito del nostro Ente, all’interno della sezione Amministrazione trasparente (http://www.provincia.lecco.it/amministrazione-trasparente-2/) sono facilmente reperibili tutti i dati relativi a Società partecipate, Enti pubblici vigilati ed Enti di diritto privato controllati dalla Provincia di Lecco”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.