Lecco, 21 settembre 2013 – Nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 settembre, in località Laghetto di Colico, la Polizia Provinciale di Lecco ha abbattuto un altro esemplare di cinghiale femmina di circa 30 kg.

Come da prassi, l’animale è stato trasferito presso la cella frigorifera di Dervio di proprietà del Comprensorio Alpi Lecchesi, normalmente utilizzata per il deposito dei capi abbattuti a seguito di caccia di selezione.

Nel frattempo gli agenti del Nucleo Faunistico della Polizia Provinciale hanno effettuato un censimento di massima in base alle segnalazioni e con l’ausilio di foto-trappole posizionate in Alto Lago e in Valvarrone, rilevando complessivamente circa 80 esemplari, una decina a Colico, una trentina in Valvarrone e una trentina tra Dervio e Vestreno.

“La Provincia di Lecco – commenta l’Assessore all’Ambiente, Caccia e Pesca Carlo Signorelli ha affrontato concretamente nelle ultime settimane questo fenomeno, intervenendo prontamente in base alle segnalazioni pervenute, che sono sempre molto utili. Questo censimento di massima smentisce altri numeri circolati sull’onda emotiva dei danni riscontrati e ci permetterà di attuare altre strategie e interventi mirati, a tutela delle coltivazioni agricole e delle proprietà dei privati cittadini”.