E’ stata approvata la proroga della Convenzione Disabili Sensoriali tra Provincia di Lecco e ASL di Lecco fino al 31 dicembre 2013.

La Provincia di Lecco dal 2001 ha delegato la gestione di questa competenza all’ASL mediante apposita convenzione. L’attuale convenzione, di durata triennale e con scadenza al 31 luglio 2013, è stata prorogata al 31 dicembre 2013.

Gli interventi socio-assistenziali di competenza provinciale finalizzati all’integrazione scolastica dei disabili sensoriali (audiolesi e ipo-non vedenti) consistono prevalentemente in: interventi di assistenza educativa scolastica, contributi economici alle famiglie dei disabili sensoriali per ausili e materiali didattici, concessione in comodato di strumentazione specifica per attività formative/didattiche; progetti di inserimento di disabili in adeguate strutture diurne o residenziali.

“In questo momento di incertezza sul futuro delle Province – commenta l’Assessore ai Servizi alla Persona e alla Famiglia, Politiche Giovanili, Lavoro Antonio Conrater è importante garantire il servizio fino alla fine dell’anno. Per il 2014 sono in fase di sviluppo alcune ipotesi per la futura gestione del servizio, partendo sempre dal presupposto importante che la stessa si mantenga unitaria sul territorio provinciale. Si potrebbe pensare a una continuità del servizio in capo all’ASL o, in alternativa, si possono  individuare due candidati: l’Azienda Speciale Retesalute di Merate, azienda partecipata dalla Provincia a cui si potrebbe conferire il servizio, e la Gestione Associata di Lecco, titolare della competenza sulla disabilità, a seguito della suddivisione tra le gestioni associate degli assi appartenenti all’ex Accordo di programma per le Politiche Sociali. Si intende pertanto attivare subito un tavolo di confronto istituzionale con i diversi soggetti del territorio, potenziali candidati per la gestione del servizio. La scelta deve in ogni caso tener conto degli ottimi risultati raggiunti e della piena soddisfazione degli utenti per il servizio assicurato dall’ASL e dalla Cooperativa Odissea, ai quali va il nostro ringraziamento”.