Sabato 18 maggio alle ore 11.30 a Villa Monastero di Varenna, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei programmata dallInternational Council of Museums, verrà inaugurata la nuova sezione del Giardino Botanico, realizzata grazie all’importante progetto di valorizzazione sostenuto dalla Provincia di Lecco con il cofinanziamento di Regione Lombardia.

Il patrimonio botanico esistente è stato notevolmente arricchito con l’inserimento di oltre mille nuovi esemplari, contemplando specie e varietà colturali particolari, collocate nella parte meridionale del parco dopo la suggestiva terrazza che copre la darsena a lago.

Le interessanti specie arboree esotiche già esistenti, che dimostrano la felice situazione climatica di Varenna, costituite da palme africane e americane, agavi, yucche, dracene, agrumi e oleandri, oltre ad alcune rarità botaniche quali l’Eritea armata, la Chamaerops excelsa, Chamaerops humilis, Erythea edulis, Jubaea spectabilis, Pinus montezumae e la grande collezione di agrumi, sono state integrate con nuove specie, tra cui una straordinaria collezione di Rose Inglesi, un’altra di rare specie di Wisteria (glicine), insieme a numerose qualità di querce, con varie esemplari di Hydrangea Panicolata e di Hydrangea Quercifolia, oltre a moltissimi sempreverdi, in particolare Felci, che affiancano oleandri e una raccolta di rare e multicolori Paeoniae provenienti da tutto il Mondo.

In tale occasione, dopo imponenti lavori di consolidamento condotti dalla Provincia di Lecco, verrà ripristinata e aperta al pubblico la splendida passeggiata a lago che si sviluppa per quasi 2 chilometri lungo la sponda prospiciente il ramo orientale del Lario, con suggestivi affacci verso il centro lago e il promontorio di Bellagio.

Sarà inoltre possibile apprezzare la pregevole decorazione architettonica che costituisce un tutto unico con il giardino, costituita da vari elementi, quali statue, tempietti, vere da pozzo, rilievi decorativi e fontane, che affianca la vegetazione fino al kaffe-haus, al limite estremo verso la vicina frazione di Fiumelatte, richiamando gli stili dal barocco al classico fino al moresco. Tra tutti spicca il gruppo scultoreo della Clemenza di Tito, opera dell’artista neoclassico Giovanni Battista Comolli, qui collocato a inizio ‘900 e da poco restaurato.

Questo evento – commenta il Presidente Daniele Nava – costituisce un’ulteriore testimonianza della volontà e dell’impegno della Provincia di Lecco a sostenere e valorizzare l’intero compendio di Villa Monastero. Da oggi è inoltre aperta al pubblico la splendida passeggiata a lago dopo importanti lavori di consolidamento condotti dalla nostra Amministrazione. Colgo l’occasione per ringraziare Regione Lombardia per il contributo dato per la nuova sezione del giardino botanico, che ha reso ancor più evidente la bellezza di questa storica dimora”.

“Con grande soddisfazione – sottolinea l’Assessore alla Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Marco Benedettiinauguriamo la nuova sezione del Giardino Botanico che, con le sue bellezze, ha reso famosa Villa Monastero al di fuori dei confini nazionali. L’evento assume ancora più rilevanza in quanto si colloca all’interno della Giornata Internazionale dei Musei programmata dall’International Council of Museums”.