Consiglio provinciale

Lunedì 8 luglio 2024 ore 19

122MILA EURO AI COMUNI PER INIZIATIVE DI VALORIZZAZIONE DELL’ACQUA COME BENE PRIMARIO DEI CITTADINI

Data: 15 Dicembre 2010

L’Assessorato all’Ambiente e Ecologia della Provincia di Lecco ha espletato un bando per sostenere iniziative promosse dai Comuni volte a incentivare l’utilizzo dell’acqua pubblica e il risparmio idrico.

Il bando prevedeva di assegnare contributi a sostegno delle seguenti iniziative:
• Iniziativa 1: installazione di impianti per l’erogazione di acqua controllata e sicura proveniente dall’acquedotto (cosiddette Casette dell’acqua);
• Iniziativa 2: realizzazione di opere accessorie con l’obiettivo di creare reti idriche alternative per usi non potabili.

Alla data di scadenza sono pervenute alla Provincia 16richieste di contributo da parte di altrettanti Comuni: 15 per l’iniziativa 1, 1 per l’iniziativa 2 (innaffiamento di un campo di calcio con acqua non potabile a Valmadrera). Tutte le iniziative presentate nei termini sono risultate meritevoli di finanziamento per un importo complessivo assegnato pari a Euro 122.000. I Comuni interessati sono: Ballabio, Barzanò, Bulciago, Casatenovo, Cernusco Lombardone, Colico, Dervio, Lierna, Malgrate, Molteno, Monte Marenzo, Monticello Brianza, Pescate, Taceno, Torre de’ Busi, Valmadrera.

“La tutela del patrimonio idrico – spiega l’Assessore all’Ambiente Carlo Signorelli – rappresenta uno degli obiettivi fondamentali delle istituzioni pubbliche, sanciti da organizzazioni internazionali e norme nazionali. Le azioni per il raggiungimento di tali obiettivi avvengono attraverso diverse iniziative di valorizzazione dell’acqua potabile come fonte di vita insostituibile per gli esseri viventi e gli ecosistemi. Il bando ha suscitato notevole interesse in linea con l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio Provinciale dal titolo Riconoscimento dell’acqua come bene comune pubblico e del servizio idrico integrato come bisogno primario dei cittadini, che impegna, tra l’altro, l’Amministrazione ad assumere iniziative per il riconoscimento dell’acqua come bene pubblico insostituibile e la sensibilizzazione dei cittadini sui temi dell’acqua attraverso iniziative pertinenti. Abbiamo sostenuto 15 Comuni che collocheranno una casetta dell’acqua a disposizione dei cittadini e una importante iniziativa per sviluppo di una rete duale per uso non potabile dell’acqua. Si tratta di iniziative che hanno seguito l’affidamento a Idrolario della nuova gestione del Servizio idrico integrato provinciale. Altre due casette dell’acqua verranno acquistate dalla Provincia e assegnate alle due Comunità Montane del territorio”.

Lecco, 15 Dicembre 2010

Ultimo aggiornamento
26/06/2020, 11:39