Carta dei Servizi
  •  

RILASCIO MATERIALE CARTOGRAFICO

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa III – Appalti e Contratti
Servizio Pianificazione Territoriale
Davide Spiller
Chiara Orio
Alessia Casartelli
Tel. 0341/295376-460-458
Fax 0341 295333
davide.spiller@provincia.lecco.it
chiara.orio@provincia.lecco.it
alessia.casartelli@provincia.lecco.it

Orari: lun e mer dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

LR 12/2005 e s.m.i. e direttiva provinciale per il rilascio di cartografia ed elaborati grafici progettuali (Delibera di Giunta Provinciale n. 207 del 09.06.2005)

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La Provincia, attraverso il Sistema Informativo Territoriale (S.I.T.), si occupa di acquisire, controllare ed organizzare le informazioni cartografiche e i dati correlati riguardanti il territorio provinciale, per procedere alla realizzazione di materiale cartografico e al suo rilascio.

A chi interessa

Comuni, Comunità Montane, Parchi, Soggetti Privati.

Cosa bisogna fare

Presentare richiesta in carta semplice utilizzando l’apposito modulo disponibile presso il Servizio competente o sul sito della Provincia

I tempi

Rilascio materiale cartografico: 20 gg dalla data di presentazione della richiesta

I costi e i moduli di riferimento

Materiale cartografico A4 BN/colori: € 10,00/12,00; A3 BN/colori: € 12,00/14,00; A2 BN/colori: € 14,00/16,00; A1 BN/colori : € 16,00/18,00; A0 BN/colori: € 18,00/20,00.
Su supporto magnetico file in formato pdf: € 3,00 x Mb; file in formato shp o altro formato modificabile: € 5,00 x Mb;
Il rilascio della documentazione è gratuita per gli Enti Pubblici. E’ ridotto a metà per le Università e Scuole di ogni ordine a grado, per gli studenti se su richiesta scritta da parte del docente. Il pagamento deve avvenire con versamento sul c/c bancario della provincia, causale: ‘acquisto elaborati cartografici – SIT’.

Vedi modalità di versamento

Monitoraggio

Monitoraggio dei procedimenti
dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 3
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 11 giorni

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 5
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 3 giorni

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 3
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 2 giorni

dal 01.01.2017 al 31.12.2017
n. procedimenti: 11
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 4 giorni

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 12
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 3,5 giorni

dal 01.01.2019 al 30.06.2019
n. procedimenti: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 3,5 giorni

Archivio storico monitoraggio

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento 
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.