Sabato 27 ottobre il fiume Pioverna in Valsassina, nel tratto che attraversa i territori comunali di Pasturo e Cremeno, nell’area denominata Passo della Folla e Colle di Balisio, sarà interessato da interventi di pulizia mediante il taglio della vegetazione e degli arbusti all’interno del letto del torrente, per 535 metri di lunghezza.

L’attività esercitativa vede quale capofila la Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone Val d’Esino e Riviera, con la Provincia di Lecco e la Regione Lombardia Enti promotori nell’ambito dell’Operazione Fiumi Sicuri 2012 e il Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni del Volontariato di Protezione Civile.

L’intervento impegnerà oltre 130 volontari della protezione civile, con 35 automezzi appartenenti anche alla colonna mobile provinciale.

“La Provincia di Lecco – commenta l’Assessore alla Protezione Civile Franco De Poi – crede fortemente nelle attività di prevenzione, in particolare il Protocollo d’intesa Fiumi Sicuri firmato nel 2006 con Regione Lombardia e le Province lombarde per la difesa dal rischio di dissesto idrogeologico e per la messa in sicurezza del territorio. Il mio Assessorato, seppure in questa situazione di ristrettezza economica dei bilanci, si è fatto carico al 50% delle spese dell’operazione, quale rimborso per carburante e per generi alimentari. Un grazie sentito ai numerosi volontari, la cui opera gratuita permetterà di liberare l’alveo del torrente da ramaglie e piante, che possono costituire un ostacolo per il corretto deflusso delle acque, in particolare in situazioni di piena o precipitazioni intense. Durante il mio mandato amministrativo continuo a constatare il vivo entusiasmo del volontario e il fatto di essere sempre pronto a sostenere le iniziative delle Amministrazioni, per il bene comune. Proprio con questo spirito nel fine settimana analoghe iniziative di livello locale sono programmate in diversi comuni del territorio, che vedono protagonisti i volontari della protezione civile”.

Il Presidente del Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni del Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Lecco Giuseppe Bonacina aggiunge, citando le parole dell’Onorevole Zamberletti: “La sfida della Protezione Civile è una sola: sognare, auspicare e operare affinché, in prospettiva, l’organizzazione del soccorso sia sempre meno importante, nel senso che si è chiamati a sviluppare sempre di più la politica di prevenire e la capacità di prevedere. Proprio partendo da queste motivazioni e nell’ottica di una sempre più proficua capacità da parte del Comitato di coordinamento provinciale di fare rete creando sinergie fra Enti e Istituzioni, 135 volontari, parte di gruppi e associazioni rappresentativi dell’intera nostra provincia, opereranno per la cura e la salvaguardia del territorio. Sin da ora ci scusiamo per il pur minimo ma inevitabile disagio che tale intervento potrà arrecare in termini viabilistici nella zona interessata”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.