Polizia provinciale

  •  

Campagna di sensibilizzazione ambientale Lario Pulito – Anno 2011

Domenica 28 agosto, a partire dalle ore 16, si è svolta la campagna di sensibilizzazione ambientale Lario Pulito, promossa dall’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Lecco e dalla Polizia Provinciale e Sicurezza Pubblica, in collaborazione con il Consorzio del Lario e dei Laghi Minori, i Comuni di Lierna, Oliveto Lario e Colico e Silea.

L’iniziativa ha interessato tre spiagge, Riva Bianca a Lierna, Onno a Oliveto Lario, Lido di Piona a Colico, scelte tra quelle già oggetto di controllo della qualità delle acque ai fini della balneazione, ed ha visto coinvolte le Guardie Ecologiche Volontarie e il personale del Corpo di Polizia Provinciale, impegnati nelle seguenti attività:

  • distribuzione di 1500 coni cenerini di plastica riciclata atossica, per la raccolta di piccoli rifiuti e mozziconi di sigarette
  • momento formativo e ludico-didattico con i bambini fruitori delle spiagge, attraverso un elaborato a contenuto narrativo-fantastico con ambientazione sul lago di Como
  • distribuzione di un decalogo dell’eco-bagnante e dell’eco-diportista, con i consigli del Lariosauro

Questa iniziativa – commenta il Presidente Daniele Nava rientra nelle numerose attività della Provincia di Lecco, che, attraverso l’azione del Corpo di Polizia Provinciale, già concorre alla realizzazione di progetti correlati alla prevenzione e alla repressione di comportamenti non conformi, sotto il profilo della sicurezza, a una corretta fruizione del Lario, come l’Operazione Lario Sicuro e il Patto per la Sicurezza dell’Area del Lago di Como, per la tutela dell’incolumità pubblica, della navigazione, della balneazione e dello svolgimento delle attività ludico-sportive, o il progetto Road Trash, con il quale in collaborazione con Silea vengono rimossi i rifiuti stradali”.

Abbiamo pensato a questa campagna di sensibilizzazione ambientale – aggiunge l’Assessore all’Ambiente Carlo Signorelliperché l’abbandono dei mozziconi sulle spiagge è un fenomeno di micro inquinamento che può arrecare gravi danni all’ambiente. Un solo mozzicone di sigaretta può inquinare un metro cubo di acqua e ha un tempo di degrado da 1 a 5 anni, una cannuccia di plastica da 20 a 30 anni, una bottiglia di plastica non si degrada completamente mai, un fazzoletto di carta di circa tre mesi. Il godimento di un ambiente non degradato, la salvaguardia dei suoi ecosistemi e il corretto utilizzo delle risorse naturali sotto il profilo ambientale rappresentano obiettivi prioritari per la nostra Provincia”.

ALLEGATI

 



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.