Lecco, 23 marzo 2018 – Nella seduta di ieri il Consiglio provinciale ha approvato all’unanimità il nuovo schema di convenzione alla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Lecco (SUA.Lecco), che agisce come centrale di committenza per l’espletamento e la gestione di gare per lavori, servizi e forniture dei Comuni non capoluogo e altri enti tenuti all’applicazione del decreto legislativo 50/2016.

Il nuovo schema di convenzione tiene conto delle evoluzioni normative (Decreti legislativi 50/2016 e 56/2017), delle pronunce in sede giurisdizionale, delle indicazioni dell’ANAC, dell’esperienza acquisita nella fornitura del servizio agli Enti aderenti.

La SUA.Lecco è stata istituita con delibera del Consiglio provinciale del 4 febbraio 2015 e da allora ha riscosso molto interesse, è in piena attività e sta dando risultati positivi.

A oggi sono ben 83 gli enti che hanno aderito alla SUA.Lecco, sottoscrivendo apposita convenzione con durata di tre anni salvo risoluzione anticipata o rinnovo, di cui 76 Comuni della Provincia di Lecco, a cui si aggiungono altri 7 enti: la Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera, la Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, il Comune di Pontida (Bergamo), il Parco Monte Barro, l’azienda speciale Rete Salute, il Consorzio Villa Greppi e la Fondazione Monastero di Santa Maria del Lavello.

Nel 2017 la SUA.Lecco ha bandito e appaltato 233 gare (76 per lavori, 103 per servizi, 46 per concessioni, 8 per forniture) con un volume complessivo di oltre 96 milioni di euro; 114 le gare nel 2015 con un volume di oltre 13,5 milioni di euro, 185 le gare nel 2016 con un volume di quasi 8,5 milioni di euro.

“La Provincia di Lecco – commenta il Presidente Flavio Polanoha ravvisato l’opportunità di promuovere l’esercizio associato della funzione di Stazione Unica Appaltante per aumentare l’efficacia e l’efficienza delle attività di realizzazione dei lavori e di approvvigionamento di beni e servizi, e consentire un’azione più efficace di monitoraggio, controllo e prevenzione rispetto a possibili interferenze criminali. Le adesioni degli Enti e il numero delle gare a oggi bandite dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Lecco testimoniano la bontà di questa scelta che consente di raggiungere alcuni importanti risultati, tra cui una maggiore professionalità e un’azione amministrativa più snella e tempestiva, con una progressiva semplificazione degli adempimenti e delle procedure, una riduzione del contenzioso in materia di affidamenti di appalti pubblici, un’ottimizzazione delle risorse umane, finanziare e strumentali. In questo senso posso orgogliosamente affermare che la Provincia di Lecco sta ben rappresentando la sua nuova veste di Casa dei Comuni”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.