Lecco, 17 dicembre 2015 – A seguito di un precedente incontro avuto dagli onorevoli Gianmario Fragomeli e Veronica Tentori, oggi presso la sede di RFI a Roma si è tenuto un nuovo incontro allargato agli enti territoriali in merito al riadeguamento funzionale del ponte San Michele tra Paderno d’Adda e Calusco.

All’incontro di oggi hanno partecipato gli onorevoli Gianmario Fragomeli e Veronica Tentori, alcuni parlamentari della provincia di Bergamo, il Sindaco di Paderno d’Adda Renzo Rotta, i rappresentanti di Ministero delle Infrastrutture, Regione Lombardia, Provincia di Lecco, Provincia di Bergamo e RFI Rete Ferroviaria Italiana.

RFI, tramite l’amministratore delegato Maurizio Gentile, ha evidenziato che è in fase avanzata una progettualità per la riqualificazione funzionale e conservativa dell’importante ponte a scavalco sull’Adda sul quale si trovano la linea ferroviaria Seregno-Bergamo e la strada provinciale di collegamento tra le province di Lecco e Bergamo.

Tale progettualità, che prevede un investimento di 25 milioni di euro, è finalizzata al ripristino dell’efficienza della struttura, consentendo il ripristino di velocità consone al traffico ferroviario moderno e la messa in ripristino della piattaforma stradale con importanti interventi finalizzati al miglioramento della sicurezza per la fruizione della struttura anche ai pedoni.

In particolare, i lavori previsti saranno finalizzati a un restauro conservativo con la sostituzione delle parti metalliche sia strutturali che complementari quali parapetti con altrettanti elementi di dimensioni simili.

L’amministratore delegato ha anche auspicato che l’intervento, la cui attuazione richiederà tre anni di lavoro, venga finanziato attraverso l’accordo di programma tra RFI e Ministero delle Infrastrutture.

A margine dell’incontro l’onorevole Veronica Tentori ha espresso grande apprezzamento per la soluzione proposta: “Si tratta del giusto connubio tra la conservazione del bene monumentale (il ponte è contemporaneo della torre Eiffel) e la sua funzionalità. Tale intervento inoltre consentirà di valorizzare ulteriormente anche dal punto di vista turistico l’area in cui il ponte si inserisce, già importante per la sua rilevanza ambientale”.

Analogo apprezzamento è stato espresso dall’onorevole Gianmario Fragomeli: “L’azione avviata alcuni mesi fa ha già portato a risultati importanti per il territorio: a tal fine confermo l’impegno di attivarsi affinché le risorse necessarie ad attuare l’intervento siano rese disponibili già dal prossimo contratto di programma previsto per il 2017 tra RFI e Ministero delle Infrastrutture”.

Gli onorevoli Fragomeli e Tentori hanno espresso anche un particolare ringraziamento al sottosegretario Umberto Del Basso De Caro per la sensibilità dimostrata al fine trovare la soluzione oggi illustrata.

“L’accordo raggiunto – sottolineano il Presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano e il Consigliere provinciale delegato ai Lavori Pubblici, Viabilità e Grandi Infrastrutture Rocco Cardamonegarantirà nel medio termine il miglioramento estetico e funzionale dell’importante ponte di Paderno, che costituisce un elemento fortemente caratterizzate del territorio provinciale e rappresenta un’importante connessione su gomma e su ferro tra le province di Lecco e Bergamo. Ringraziamo tutti gli interlocutori per aver trovato una soluzione progettuale e finanziaria condivisa”.

“Esprimo grande soddisfazione – evidenzia il Sindaco di Paderno D’Adda Renzo Rottaper l’importante risultato raggiunto che consentirà il ripristino funzionale e monumentale della struttura e della connessione pedonale e ferroviaria senza pregiudicare l’efficienza del collegamento viario con miglioramenti sulla qualità della vita dei cittadini. Un sentito ringraziamento agli onorevoli Fragomeli e Tentori per l’impegno profuso su questo tema”.

Sul tema è stato interessato anche il Sottosegretario di Regione Lombardia Daniele Nava, che si è detto disponibile ad approfondire la questione e a lavorare insieme agli altri enti coinvolti per raggiungere l’importante obiettivo di riadeguamento funzionale del ponte, che risolverà finalmente le attuali criticità di fruizione viabilistica, ferroviaria e pedonale.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.