Oggi la Provincia di Lecco ha partecipato a Verona alla riunione indetta dalle rappresentanze provinciali (Unioni delle Province) di Lombardia, Veneto e Piemonte. Le tre regioni rappresentano un terzo della popolazione italiana, il 38% del PIL e il 51% delle esportazioni.

Alla riunione hanno partecipato i Presidenti o i rappresentanti di quasi tutte le Province interessate. Per la Provincia di Lecco sono intervenuti l’Assessore Carlo Signorelli, che ha rappresentato il Presidente Daniele Nava, e il Presidente del Consiglio Carlo Malugani.

Le Province hanno espresso grande preoccupazione per le norme in discussione su spending review e accorpamento delle Province. Ai presenti alcune norme sono apparse illegittime (come l’articolo 17 del DL 95/2012), è apparso poco coerente il fatto che non ci sono stime sulle quantificazioni dei risparmi ottenibili con le norme in discussione e che risultano comunque inaccettabili sia il nuovo meccanismo elettorale proposto sia la sottrazione di funzioni che potrebbe penalizzare i Comuni, soprattutto di quelle Province come Lecco con un ampio frazionamento amministrativo. Anche per i proposti tagli alla spesa che potrebbero determinare disavanzi sui bilanci delle Province già dal 2012 sono emerse le preoccupazioni di tutti i partecipanti.

“C’è la sensazione che i prossimi giorni siano decisivi – ha affermato l’Assessore Signorellie per questo abbiamo condiviso un documento con più punti da inviare a Governo e Parlamento per tentare di correggere alcune norme vessatorie e incoerenti, auspicando che vengano accolti nel maxi emendamento che il Governo sta predisponendo. Il Decreto Legge del Governo in discussione rischia anche di ledere il principio delle autonomie locali”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.