Come ormai consueto da diversi anni, anche per l’anno in corso la Provincia di Lecco si è attivata per garantire nella stagione estiva un servizio di asportazione delle macrofite dal bacino del Lago di Garlate, attraverso l’affidamento a una ditta specializzata, che opera tramite un battello appositamente attrezzato per lo sfalcio e deposito a riva della vegetazione acquatica infestante.

Ormai, per gli abitanti dei Comuni affaccianti sulle sponde del Lago di Garlate, sono entrati nel gergo comune termini quali “alghe” e “battello-spazzino”, e l’arrivo di quest’ultimo all’inizio della stagione estiva è ormai un momento particolarmente atteso, poiché rappresenta un rimedio, seppure parziale, alla proliferazione del famigerato vegetale.

La vegetazione gergalmente definita “alga” è in realtà una pianta acquatica più correttamente definibile macrofita, originaria del Nord America, nota nella letteratura scientifica come “Elodea Nuttalli” e tristemente conosciuta anche come “peste d’acqua”; si tratta quindi di un’essenza non autoctona, introdotta casualmente nelle acque del bacino presumibilmente tramite lo spostamento internazionale di scafi, e che ha trovato nal Lago di Garlate un habitat ottimale per la sua crescita e diffusione.

Purtroppo, alla sua proliferazione che si manifesta in maniera preponderante nella stagione estiva, conseguono problemi per la fruizione dello specchio lacustre da parte degli appassionati di barche e canoe, nonché per turisti e frequentatori delle sponde che lamentano disagio per le emissioni odorigene, provocate dalla decomposizione del materiale vegetale che naturalmente si distacca dai fusti e si deposita a riva.

Per arginare i problemi e limitare i disagi di residenti, turisti e passanti, la Provincia di Lecco ha sottoscritto con i Comuni interessati, Lecco, Pescate, Garlate e Vercurago, un protocollo d’intesa, recentemente rinnovato per le annualità 2012 e 2013 tramite sottoscrizione avvenuta in data 28.10.2011, finalizzato a stabilire e regolare i reciproci impegni delle Amministrazioni firmatarie nelle attività di asportazione delle macrofite; in particolare, il protocollo stabilisce che spetta all’Amministrazione Provinciale l’esperimento di una procedura concorsuale, svoltasi mediante l’istituto del cottimo fiduciario, tramite la quale individuare una ditta specializzata nel servizio di cui trattasi.

Il servizio è stato aggiudicato a una Ditta specializzata per il biennio 2012 e 2013 e prevede un monte complessivo di 100 giornate lavorative; per l’annualità 2012 i lavori sono iniziati in data 02 luglio e avranno durata fino al 31 agosto.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.