Oggi il Cipe ha approvato il progetto definitivo del II lotto della nuova Lecco-Bergamo, il cosiddetto Lotto San Gerolamo, che prevede un tratto in galleria da Vercurago a Calolziocorte.

“Puntuale come un orologio a cucù svizzero – dichiara il Vice Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Roberto Castelli – oggi, con l’approvazione da parte del Cipe del progetto definitivo del tunnel Vercurago-Calolziocorte, è stato compiuto uno degli ultimi passi del complesso iter di approvazione di questa opera pubblica così importante per il nostro territorio. Ora manca la registrazione della Corte dei Conti, che però, data la completezza e la correttezza delle procedure seguite, non dovrebbe comportare alcun problema. L’inserimento dell’arteria nella Legge obiettivo, la progettazione preliminare, l’acquisizione di tutti i pareri, in particolare quelli del Ministero dell’Ambiente e dei Beni culturali, l’iter tutt’altro che facile per il reperimento delle risorse, l’approvazione al Cipe del progetto preliminare, la stesura del progetto definitivo, la conferenza di servizi e infine l’approvazione di oggi sono stati tutti gradini seguiti passo passo, per far sì che le tempistiche fossero ridotte al minimo possibile. Per il raggiungimento di questo successo è stata fondamentale la scelta della Provincia di Lecco di destinare ben 22 milioni di euro all’opera, atteso che senza questi fondi essa non avrebbe potuto vedere la luce”.

“Esprimo grande soddisfazione – commenta il PresidenteDaniele Nava – per l’approvazione da parte del Cipe del progetto definitivo della Lecco-Bergamo. Ho sempre ribadito che la Lecco-Bergamo rappresenta la priorità della nuova Provincia di Lecco: sin dal mio insediamento abbiamo lavorato incessantemente per recuperare il tempo perduto e arrivare prima possibile alla realizzazione di questa nuova infrastruttura, attesa da troppi anni, che porterà grandi benefici per il nostro territorio. La riqualificazione della Lecco-Bergamo costituisce l’impegno prioritario della Provincia di Lecco. Infatti il nuovo collegamento nel suo complesso è destinato a risolvere definitivamente le problematiche relative al difficile rapporto tra aree a vocazione tradizionalmente imprenditoriale, ad alta capacità produttiva, e mobilità dei centri urbani, dove il crescente volume di traffico paralizza la mobilità con un impatto soffocante per il sistema economico e per l’ambiente”.

“L’approvazione del progetto definitivo sembrava lontanissima – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici e alla Viabilità Stefano Simonetti – e oggi, a un anno dall’insediamento della nuova Giunta, è realtà. Il cammino è stato lungo e faticoso, ma oggi possiamo essere soddisfatti per aver raggiunto un traguardo importante. Dopo la recente inaugurazione del sovrappasso di Rivabella, questo è un traguardo concreto reso possibile dall’impegno della nuova Provincia; un grazie a tutta la struttura della Provincia che ha lavorato in un’unica direzione. Un particolare ringraziamento al Vice Ministro Roberto Castelli per l’attenzione e la sinergia su tale progettualità e per l’insostituibile apporto tecnico e politico. Sto già lavorando con i miei uffici per accendere il mutuo appena verrà pubblicata la delibera sulla Gazzetta Ufficiale e per attivare tutte le procedure necessarie all’esperimento della gara d’appalto. Sono sconfessati coloro i quali, in sede di approvazione del Piano triennale delle opere pubbliche, avevano bollato come esagerato lo stanziamento di 22 milioni di euro da parte della Provincia e coloro i quali si dedicano più alla polemica che a una collaborazione sinergica per la realizzazione delle opere pubbliche sul territorio provinciale”.

Lecco, 22 Luglio 2010



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.