Carta dei Servizi
  •  

VALUTAZIONE D’IMPATTO AMBIENTALE (VIA)

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa IV Viabilità e Infrastrutture
Servizio Ambiente
Francesco Mazzeo
Azzurra Milani
Tel. 0341 295520 – 0341 295379
Fax 0341 295333
francesco.mazzeo@provincia.lecco.it
azzurra.milani@provincia.lecco.it

Orari: lun e mer dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

D.Lgs 152/2006 e s.m.i.; L.R. n. 5/2010; Regolamento Regionale n.5/2011

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La VIA è uno strumento di politica ambientale per individuare e prevenire effetti negativi di un progetto e per adottare le soluzioni più idonee che lo rendono compatibile con l’ambiente. La procedura fornisce all’autorità che deve autorizzarne la realizzazione, prima che assuma la decisione, informazioni sulle conseguenze ambientali dell’attività; inoltre permette alla popolazione del territorio interessato di partecipare al processo decisionale. Il procedimento si articola in diverse fasi, fra cui la definizione dei contenuti dello studio di impatto ambientale, la presentazione del progetto e dello studio di impatto ambientale, lo svolgimento di consultazioni, la valutazione dello studio di impatto ambientale, la decisione, l’informazione e il monitoraggio. Per alcune categorie di progetti si procede ad una verifica preliminare della loro assoggettabilità a VIA, il cui esito può comportarne anche l’esclusione.

A chi interessa

Al procedimento di VIA sono interessati i proponenti, soggetti pubblici e privati, di progetti compresi negli allegati A e B della L.R. n. 5/2010.

Cosa bisogna fare

In caso di progetto sottoposto a verifica di assoggettabilità a VIA, il proponente deve presentare l’istanza alla Provincia con apposita domanda, allegando il progetto preliminare, lo studio preliminare ambientale e copia dell’avviso dato a mezzo BURL.
In caso di progetto sottoposto a VIA, il proponente deve presentare l’istanza alla Provincia con apposita domanda, allegando il progetto definitivo, lo studio di impatto ambientale, la sintesi non tecnica e copia dell’avviso a mezzo stampa.
In entrambi i casi la documentazione deve essere depositata dal proponente anche presso i comuni dove è localizzato il progetto, nonchè presso gli enti sul territorio dei quali sono configurabili potenziali impatti ambientali (comuni, province, comunità montane, parchi, ecc.)

I tempi

In caso di progetto sottoposto a verifica di assoggettabilità a VIA: decisione entro 90 giorni dalla pubblicazione sul Burl dell’avviso di deposito degli atti (salvo interruzioni in caso di integrazioni).
In caso di progetto sottoposto a VIA: decisione entro 150 giorni dall’istanza (salvo interruzioni in caso di integrazioni).

I costi e i moduli di riferimento

Il proponente il progetto deve versare alla Provincia, per le spese istruttorie, la somma corrispondente allo 0,5 per mille (verifica VIA) o al 1 per mille (VIA) del valore delle opere da realizzare, con un minimo di € 500,00 (art. 8 R.R).
Per la modulistica:
Consulta il sito di Regione Lombardia;

Monitoraggio

Monitoraggio dei procedimenti
dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: /

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: /

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: /

dal 01.01.2017 al 31.12.2017
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: /
tempo medio di erogazione del servizio: /

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: /
tempo medio di erogazione del servizio: /

dal 01.01.2019 al 30.06.2019
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: /
tempo medio di erogazione del servizio: /

dal 01.07.2019 al 31.12.2019
n. procedimenti: 7
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 21 giorni

Archivio storico monitoraggio

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC