Bilancio di fine mandato

  •  

Lavoro – Unità di gestione crisi aziendali

Nel corso del biennio 2014-2016, l’Unità di gestione crisi aziendali ha promosso l’organizzazione di 11 tavoli istituzionali per altrettante imprese lecchesi in crisi, per un totale di 24 riunioni presso la sede della Provincia.

Ha preso in carico i lavoratori sospesi dal lavoro e poi licenziati da 9 aziende socialmente rilevanti che operavano in provincia di Lecco per un totale di 482 lavoratori coinvolti.

Inoltre il Servizio si è occupato di altri 143 lavoratori inseriti in uno specifico progetto di inserimento/reinserimento professionale presentato a Regione Lombardia per la partecipazione all’avviso Azioni di rete per il lavoro, per un totale di 625 lavoratori convocati a scopo informativo e orientativo presso il Centro per l’Impiego di Lecco.

L’Unità di Crisi ha inoltre collaborato con Manpower (capofila), Centro per l’Impiego di Lecco e IAL (soggetti partner), per la definizione di un progetto di inserimento professionale sull’avviso regionale FPA Energia, a beneficio di 36 lavoratori coinvolti in crisi aziendali scoppiate in provincia di Lecco. Il progetto è stato approvato e ammesso al finanziamento da Regione Lombardia.

Le persone effettivamente prese in carico sono state 517, di cui, in occasione dell’ultimo monitoraggio effettuato il 30 settembre 2016, stavano lavorando in 221 (159 a tempo determinato, 58 a tempo indeterminato e 4 hanno aperto un’attività di lavoro autonomo), pari al 42,75% dei lavoratori seguiti.

Nel medesimo periodo allo sportello informativo per l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità si sono rivolti 100 aspiranti imprenditori, supportati nel loro percorso di definizione di un business plan per l’avvio di un’attività in proprio.

L’Unità di Crisi ha contribuito a garantire l’operatività del Protocollo d’intesa per il sostegno ai lavoratori e alle imprese in situazioni di crisi, rinnovato il 16 aprile 2015, che consente ai lavoratori coinvolti in crisi aziendali di avere l’anticipazione delle indennità di cassa integrazione guadagni in deroga e straordinaria da parte delle tre banche aderenti all’accordo (BCC Cassa Rurale di Treviglio, BCC Valsassina e UBI Banca Pop. Bergamo).

La rilevazione delle pratiche di anticipazione, effettuata con cadenza annuale, ha evidenziato che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015 sono state istruite 73 pratiche, 69 delle quali sono state deliberate, pari al 94,52%, mentre solo 4 sono risultate respinte (5,48%).

Infine, l’Unità di Crisi si è occupata dell’organizzazione e del coordinamento del Tavolo di Sviluppo Territoriale della Provincia di Lecco, un’iniziativa promossa dalla Provincia e dal Comune di Lecco, alla quale hanno aderito la Camera di Commercio di Lecco e le parti sociali lecchesi, per far fronte in modo unitario ai profondi cambiamenti degli assetti istituzionali e socioeconomici che stanno interessando il nostro Paese.

Con la sottoscrizione del Documento programmatico avvenuta il 16 marzo 2016, i soggetti promotori hanno individuato 4 grandi temi legati allo sviluppo locale, a partire da quelli legati al lavoro e alle politiche sociali, sui quali lavorare sinergicamente:

  1. politiche del lavoro, istruzione, formazione professionale e alternanza scuola/lavoro
  2. innovazione e ricerca
  3. infrastrutture (viabilità, mobilità, digitalizzazione, riqualificazione del territorio e del patrimonio edilizio)
  4. politiche di welfare territoriale, welfare contrattuale e lavoro

Sono state promosse complessivamente 22 riunioni (5 della cabina di regia che sovrintende al funzionamento del Tavolo di Sviluppo Territoriale e 17 incontri dei 4 gruppi di lavoro tecnici che stanno lavorando per realizzare iniziative e progetti riguardanti i temi elencati).

Dal 1° ottobre 2016 a oggi, l’Unità di gestione crisi aziendali ha promosso l’organizzazione di 4 tavoli istituzionali per altrettante crisi aziendali della provincia di Lecco (Aerosol Service Italiana Srl in Concordato preventivo, AMEA Sistemi Srl di La Valletta Brianza, Eucasting Srl in Fallimento di Monte Marenzo e Tubettificio Spa in Fallimento di Lecco) per un totale di 14 riunioni nella sede della Provincia.

Inoltre, l’Unità di gestione crisi aziendali ha partecipato a riunioni organizzate da altri attori istituzionali del territorio come i due incontri per la crisi Aerosol convocate prima dal Sindaco di Valmadrera e in seguito dal Prefetto di Lecco, tenutesi il 4 settembre 2017 e il 9 luglio 2018, e la riunione per la crisi Eucasting promossa da Polis-Lombardia il 9 luglio 2018.

Nel periodo in esame, l’Unità di crisi ha preso in carico i lavoratori sospesi dal lavoro o licenziati a causa di crisi aziendali per un totale di 363 lavoratori. Al momento sono 160 i lavoratori con un contratto di lavoro in essere a tempo determinato o indeterminato, ossia il 44,08% delle persone seguite.

Inoltre, l’Unità di crisi ha collaborato con il Centro per l’Impiego di Lecco, Manpower e IAL Lombardia, per la promozione di tre progetti di reinserimento professionale (uno a valere sull’avviso regionale FPA Energia, gli altri due sull’avviso Azioni di Rete per il Lavoro), a beneficio di 77 lavoratori coinvolti in crisi aziendali scoppiate in provincia di Lecco.

Il progetto FPA Energia, che ha visto la partecipazione dei lavoratori della Onyx Srl in Fallimento (già E.R.C.) di Calolziocorte e della Cable-Man Srl in Fallimento di Lierna, è stato chiuso e rendicontato con l’esito finale di 15 partecipanti su 32 che hanno ottenuto almeno un contratto di lavoro (di cui 12 persone con contratti superiori a 6 mesi), mentre i due progetti presentati sull’avviso Azioni di Rete per il Lavoro, rivolti alla partecipazione dei lavoratori licenziati da Impresa Pietro Carsana & C. Srl in Concordato preventivo di Lecco, FILCA Cooperative in Fallimento di Lecco, Konig Spa di Molteno, Tubettificio Europeo Spa in Fallimento di Lecco e Riva Acciaio Spa di Annone Brianza, sono in corso di attuazione e, al momento, risultano essere 21 su 45 i partecipanti che stanno lavorando (di cui 5 con contratti superiori ai 6 mesi).

Pertanto, risultano essere complessivamente 440 lavoratori presi in carico dal servizio, di cui 196 stanno lavorando con contratto, pari al 44,54%.

L’Unità di crisi ha promosso e accompagnato le attività per la sottoscrizione del“Protocollo d’intesa per il sostegno al reddito dei lavoratori di aziende in difficoltà del 18 aprile 2017, che consente ai lavoratori coinvolti in crisi aziendali di avere l’anticipazione delle indennità di cassa integrazione guadagni in deroga, straordinaria e del fondo di integrazione salariale da parte delle due banche aderenti all’accordo (BCC Cassa Rurale di Treviglio e BCC Valsassina).

Il servizio ha partecipato a 10 iniziative di orientamento all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro destinate a giovani e adulti promosse dal Servizio Istruzione e Formazione professionale della Provincia di Lecco o da soggetti esterni come i Rotary Club del territorio

  • Serata sull’Orientamento universitario del 14 dicembre 2016 alla Camera di Commercio di Lecco
  • Giornata dell’Orientamento del 28 gennaio 2017 al Liceo Grassi di Lecco
  • Arti e Mestieri 2.0 del 6 marzo 2017 all’Istituto Bachelet di Oggiono
  • Giornata sull’Orientamento universitario del 18 maggio 2017 al Politecnico di Milano sede di Lecco
  • Rotary for Job – Restart del 26 maggio 2017 all’Istituto Viganò di Merate
  • Giornata dell’Orientamento dell’11 novembre 2017 al Liceo Agnesi di Merate,
  • Giornata dell’Orientamento del 16 dicembre 2017 all’Istituto Bertacchi di Lecco
  • Giornata dell’Orientamento post diploma del 22 febbraio 2018 all’Istituto Bertacchi di Lecco
  • Giornata dell’Orientamento post diploma del 25 maggio 2018 al Politecnico di Milano sede di Lecco
  • Cambio lavoro – Rotary for Job del 25 maggio 2018

In aggiunta, l’Unità di crisi ha svolto la selezione dei 15 partecipanti al corso di formazione per operatore meccanico di 100 ore organizzato da Fondazione Clerici tra novembre e dicembre 2017.

Complessivamente il servizio ha incontrato 32 candidati, quasi tutti ospiti dei Centri di accoglienza straordinaria presenti nel territorio lecchese, arrivando a definire l’elenco degli ammessi sulla base della conoscenza della lingua italiana, della motivazione a intraprendere un percorso formativo in ambito meccanico e di eventuali precedenti esperienze in ambienti produttivi.

L’Unità di crisi ha partecipato al Comitato di coordinamento per l’alternanza scuola lavoro dell’11 dicembre 2017 riunito nella sede della Camera di Commercio di Lecco.

Inoltre, il servizio ha preso parte alla costituzione del nuovo tavolo di lavoro, coordinato da Comune di Lecco e Provincia, per la rigenerazione dell’area dimessa ex Leuci di Lecco, riunito il 27 ottobre 2017 e il 20 dicembre 2017 nella sede della Provincia.

Tavolo di Sviluppo Territoriale (TST) della Provincia di Lecco

L’Unità di crisi si è occupata dell’organizzazione e del coordinamento del Tavolo di Sviluppo Territoriale (TST) della Provincia di Lecco, un’iniziativa promossa dalla Provincia e dal Comune di Lecco, alla quale hanno aderito la Camera di Commercio di Lecco e le parti sociali lecchesi, per far fronte in modo unitario ai profondi cambiamenti degli assetti istituzionali e socioeconomici che stanno interessando il nostro Paese.

Con la sottoscrizione del Documento programmatico avvenuta il 16 marzo 2016, i soggetti promotori hanno individuato 4 grandi temi legati allo sviluppo locale, a partire da quelli legati al lavoro e alle politiche sociali, sui quali lavorare sinergicamente:

  1. politiche del lavoro, istruzione, formazione professionale e alternanza scuola/lavoro
  2. innovazione e ricerca
  3. infrastrutture (viabilità, mobilità, digitalizzazione, riqualificazione del territorio e del patrimonio edilizio)
  4. politiche di welfare territoriale, welfare contrattuale e lavoro

Nel periodo in esame sono state promosse complessivamente 15 riunioni (2 della cabina di regia che sovrintende al funzionamento del Tavolo di Sviluppo Territoriale e 13 incontri dei 4 gruppi di lavoro tecnici che stanno lavorando per realizzare iniziative e progetti riguardanti i temi elencati).

Grazie al buon lavoro svolto all’interno del Tavolo di Sviluppo Territoriale è stato possibile raggiungere importanti risultati per il sistema economico e sociale lecchese, come l’approvazione e l’ammissione a finanziamento da parte della Fondazione Cariplo, nell’ambito della IV edizione del bando Welfare di Comunità e Innovazione Sociale, del progetto territoriale Valoriamo: per un welfare a km 0 e inclusivo, con capofila Mestieri Lombardia Consorzio di Cooperative sociali.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.