Turismo

  •  

Codice identificativo di riferimento – CIR

Sede: corso Matteotti 3 – Lecco (6° piano)

Referente del Servizio: Laura Maglia
Telefono: 0341 295542/516
E-mail: flussituristici@provincia.lecco.it

Orari ufficio: lunedì-mercoledì 9.00-13.00 e 15.00-17.30; martedì-giovedì-venerdì 9.00-14.00

Il codice CIR “CODICE IDENTIFICATIVO DI RIFERIMENTO” ex L.R. 7/18, è obbligatorio dal 1° novembre 2018 e deve essere indicato dalle strutture ricettive di cui all’articolo 26 L.R. 27/2015 (strutture ricettive CAV), compresi gli alloggi o le porzioni di alloggi dati in locazione per finalità turistiche ai sensi della legge 431/1998 per la pubblicità, la promozione e la commercializzazione dell’offerta, con scritti o stampati o supporti digitali e con qualsiasi altro mezzo all’uopo utilizzato (inclusi Booking, AirBnB e altri siti di pubblicità e commercializzazione di alloggi turistici).

Legge Regionale 1 ottobre 2015, n. 27
(Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo).
Articolo 39, comma 3
“3 bis. I soggetti che non ottemperano correttamente all’obbligo di cui all’articolo 38, commi 8 bis e 8 ter, ovvero che contravvengono all’obbligo di riportare il CIR, che lo riportano in maniera errata o ingannevole sono soggetti alla sanzione pecuniaria da euro 500 a euro 2.500 per ogni attività pubblicizzata, promossa o commercializzata.”;

Il codice viene generato automaticamente al momento dell’inserimento, da parte del Servizio Turismo della Provincia di Lecco, di una nuova struttura ricettiva nell’applicativo regionale Turismo 5 (a seguito di invio della pratica di nuova attività da parte del Comune in cui è ubicata).

La struttura ricettiva potrà visualizzare il proprio codice CIR una volta abilitata al sistema di rilevazione statistica Turismo 5 (previa richiesta credenziali di accesso da indirizzare a flussituristici@provincia.lecco.it), nella propria pagina anagrafica alla voce “Codice Identificativo di Riferimento (CIR)”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.