Carta dei Servizi
  •  

RILASCIO AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa IV – Viabilità e Infrastrutture
Servizio Ambiente
Ufficio Rifiuti – Responsabile del procedimento Francesco Tagliaferri
Veruska Mandaglio
Tel. 0341 295247
Fax 0341 295333
e-mail veruska.mandaglio@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

D.Lgs 152/2006 Parte seconda Titolo III-bis; D.D.G. 1800/06 (allegato 1 -modello di domanda di AIA; allegato 2 – modalità di presentazione della domanda; allegato 3 – linea guida per la redazione della relazione tecnica; allegato 4 – modello del piano di monitoraggio e controllo); D.G.R.7492/08 n. 7492 (allegato A – Criteri per l’individuazione delle modifiche sostanziali ai sensi del D.Lgs 59/05; allegato C – Procedura per gli impianti soggetti a valutazione di incidenza).

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La Provincia rilascia, rinnova e riesamina l’autorizzazione integrata ambientale per gli impianti ricompresi nell’allegato VIII del D.Lgs 152/2006. Sulla base degli esiti dei controlli e delle ispezioni effettuati dall’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e di eventuali controlli straordinari disposti ai sensi dell’art. 11 comma 4, in caso di inosservanza delle prescrizioni autorizzatorie o di esercizio in assenza di autorizzazione, la Provincia secondo la gravità delle infrazioni, procede:
a) alla diffida, assegnando un termine entro il quale devono essere eliminate le irregolarità;
b) alla diffida e contestuale sospensione dell’attività autorizzata per un tempo determinato, ove si manifestino situazioni di pericolo per l’ambiente;
c) alla revoca dell’autorizzazione integrata ambientale e alla chiusura dell’impianto, in caso di mancato adeguamento alle prescrizioni imposte con la diffida e in caso di reiterate violazioni che determinino situazioni di pericolo e di danno per l’ambiente.

A chi interessa

Gestori di impianti ricadenti nelle categorie di attività indicate nell’allegato III del D.Lgs 152/2006.

Cosa bisogna fare

Presentare domanda di autorizzazione per impianti nuovi o modifica sostanziale di impianti già autorizzati, allegando la documentazione indicata sulla modulistica disponibile sul sito della Provincia. Copia della domanda deve essere inoltre inviata ad A.R.P.A. – Dipartimento provinciale di Lecco, al Comune e ad altri enti eventualmente coinvolti (Gestore pubblica fognatura, Ente Parco, ecc.).

I tempi

Rilascio autorizzazione con approvazione progetto: 150 giorni dalla data di presentazione salvo sospensione termini per approvazione.

I costi e i moduli di riferimento

Monitoraggio

01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 9
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 16
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 3
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.01.2017 al 31.12.2017
n. procedimenti: 14
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 8
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.01.2019 al 30.06.2019
n. procedimenti: 10
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.07.2019 al 31.12.2019
n. procedimenti: 19
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

Archivio storico monitoraggio

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione sono indicati il nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.