Carta dei Servizi
  •  

ILLECITO AMMINISTRATIVO: GESTIONE CONTENZIOSO

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa IV – Viabilità e Infrastrutture
Servizio Ambiente
Ufficio Contenzioso e Sanzioni – Responsabile del procedimento Francesco Tagliaferri
Annapaola Spinelli
Tel. 0341 295262
Fax 0341 295333
annapaola.spinelli@provincia.lecco.it
orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

Legge n. 689/81 relativa all’illecito amministrativo. Le tipologie di sanzioni trattate sono:

  • sanzioni in materia di rifiuti;
  • sanzioni in materia di acque superficiali e sotterranee;
  • sanzioni in materia di emissioni in atmosfera;
  • sanzioni in materia di autorizzazioni integrate ambientali.

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento

Il Servizio Ambiente gestisce le seguenti attività:

  • esame dei verbali di accertamento e contestazione di illecito amministrativo elevati dagli organi addetti al controllo;
  • gestione della fase istruttoria fino all’emissione dell’ordinanza di ingiunzione o di archiviazione;
  • monitoraggio dei pagamenti delle sanzioni per la verifica degli introiti;
  • nell’ipotesi di mancato pagamento, gli atti necessari alla predisposizione dei ruoli;
  • in caso di opposizione giudiziale la preparazione del contenuto della relazione necessaria agli Avvocati per la rappresentanza in giudizio dell’Ente.

A chi interessa

Cittadini, Imprese , Enti Pubblici.

Cosa bisogna fare

Il soggetto nei confronti del quale viene emesso un verbale di accertamento di illecito amministrativo può presentare le proprie controdeduzioni (scritti difensivi e documenti) e richiedere di essere sentito personalmente.

I tempi

Presentazione controdeduzioni: 30 gg dalla contestazione o dalla notificazione della violazione.

Chiusura del procedimento: la tempistica è quella prevista dalla Legge n. 689/1981

I costi e i moduli di riferimento

Spese postali per la notifica.

Monitoraggio

01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 24
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 25
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 32
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.01.2017 al 31.12.2017
n. procedimenti: 85
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 59
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 90 giorni

01.01.2019 al 30.06.2019
n. procedimenti: 33
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 174 giorni

01.07.2019 al 31.12.2019
n. procedimenti: 34
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 282 giorni

Archivio storico monitoraggio

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione  è indicato nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato è indicato nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.