Bilancio di fine mandato

  •  

Protezione civile – Fiumi Sicuri

La Provincia di Lecco ha individuato, annualmente, le risorse per dare continuità all’operazione Fiumi Sicuri, con la possibilità di co-finanziare parte dei progetti di prevenzione da fenomeni di dissesto idrogeologico presentati dagli enti partecipanti al relativo avviso.

I Comuni che hanno via via beneficiato del contributo provinciale sono stati: Brivio (capofila), Castello di Brianza, Civate, Dorio, Torre de’ Busi, Nibionno, Pasturo, Olginate, Vendrogno, Perledo, Ello, Calco, Calolziocorte, Airuno, Galbiate, Mandello, Carenno, Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino.

Gli interventi hanno riguardato la cura, l’ispezione, la pulizia e la verifica del reticolo idrografico minore e principale per prevenire i fenomeni di dissesto idrogeologico e idraulico, in considerazione anche delle attuali problematiche ambientali e dei mutamenti climatici in atto, che rendono la manutenzione ordinaria del territorio una priorità ancora oggi.

Per l’esiguità delle risorse assegnate, si evidenzia ancora una volta il grande impegno della Provincia di Lecco nell’opera di prevenzione accanto ai Comuni, che, grazie a queste specifiche risorse, dà attuazione al protocollo d’intesa Fiumi Sicuri sottoscritto tra le Province lombarde e Regione Lombardia.

Questa attività di prevenzione si svolge con l’insostituibile opera del volontariato di Protezione civile. Si tratta di un concreto segnale della vicinanza della Provincia di Lecco ai Comuni del territorio e ai numerosi volontari della Protezione civile che si sono resi disponibili in questi anni per far fronte alle criticità connesse al maltempo, in un sistema organizzato dal livello locale comunale a quello territorialmente più vasto, provinciale e regionale.

L’attività Fiumi Sicuri, unica nel suo genere rappresentata una azione concreta e tangibile di prevenzione in quanto si interviene prima che si verificano danni e/o problematiche.

Pertanto l’azione di stimolo e supporto verso i comuni è stata ulteriormente rilanciata nel 2018 con uno specifico bando per l’erogazione di contributi finalizzati a condurre attività esercitative in ambiente fluviale con rimozione di ramaglie e materiale legnoso che impedisce il libero deflusso delle acque. Questa attività viene condotta in accordo con Regione Lombardia.

In questo periodo di relativa calma per i fenomeni di dissesto idrogeologico la Protezione civile provinciale si è organizzata per svolgere un’attività di prevenzione assolutamente necessaria per mitigare, in occasione degli eventi meteorici estremi, situazioni di criticità che periodicamente mettono a dura prova il territorio.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.