Carta dei Servizi
  •  

CONTRIBUTI STRAORDINARI: ASSEGNAZIONE

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa V – Segreteria Generale
Servizio Affari Generali
Giuseppina Garavaglia
Tel. 0341 295301
Fax 0341 295333
e mail presidenza@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

Regolamento provinciale per la concessione di finanziamenti e benefici economici a soggetti pubblici e privati.

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento

La Provincia, in base al Regolamento, riserva una piccola quota delle risorse disponibili per l’assegnazione di contributi straordinari ‘una tantum’ nelle seguenti aree di intervento: tutela, valorizzazione, gestione dell’ambiente e protezione civile; attività culturali, celebrative, educative, umanitarie, socio-assistenziali, del volontariato, sportive, ricreative e del tempo libero; attività relative alla promozione e sviluppo del turismo, allo sviluppo economico, alla promozione e sviluppo delle pari opportunità tra uomo e donna.

A chi interessa

Enti pubblici; Enti privati, Associazioni, Fondazioni e altre Istituzioni di carattere privato, dotati di personalità giuridica; Associazioni non riconosciute e Comitati culturali, ambientalisti, sportivi, ricreativi, del volontariato, delle Cooperative sociali e delle Associazioni o Enti caratterizzati da un impegno sociale e umanitario. I soggetti devono avere sede, ovvero operare nel territorio provinciale, oppure promuovere iniziative di interesse provinciale.

Cosa bisogna fare

Presentare richiesta di assegnazione indirizzata al Presidente della Provincia almeno 30 giorni antecedenti la data di svolgimento dell’iniziativa. La possibilità di assegnare il contributo viene verificata dal Settore competente, in base alle disposizioni del Regolamento e alle disponibilità finanziarie. Per la liquidazione del contributo eventualmente assegnato, il richiedente deve presentare la richiesta di corresponsione riportante i suoi dati fiscali, la relazione consuntiva dell’attività, le fatture o note intestate al beneficiario del contributo debitamente quietanzate, il rendiconto della destinazione del contributo e, in caso ne abbia diritto, la dichiarazione di esenzione della ritenuta.

I tempi

Assegnazione contributo: prima dello svolgimento dell’iniziativa
Liquidazione contributo: 30 gg dalla data di presentazione della relazione consuntiva dell’attività, delle entrate e delle spese, debitamente documentate, accompagnate dal rendiconto della destinazione del contributo

I costi e i moduli di riferimento

—————-

Monitoraggio

Monitoraggio dei procedimenti
dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 0
n.procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 0

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 0

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 0

dal 01.04.2017 al 31.12.2017
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 0

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 0

Archivio storico monitoraggio         

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento. 

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione  sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento 
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC