Sabato 19 e domenica 20 settembre molti luoghi della cultura partecipano  alle Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Vengono organizzati iniziative ed eventi, divulgati a livello nazionale sul sito web del MiBACT.  Si tratta di un’occasione di straordinaria importanza per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana.

Una iniziativa cui, com’è ormai tradizione, hanno aderito anche moltissimi luoghi della cultura non statali tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata, con un calendario di quasi mille eventi organizzati in tutte le regioni coinvolte.

La coincidenza delle Giornate Europee del Patrimonio con l’evento internazionale di Expo 2015, ha offerto l’occasione di promuovere eventi inerenti al tema dell’alimentazione, che da sempre risulta profondamente legata ai valori della cultura e dell’identità storica e artistica della nostra Nazione, in forme e con modalità che il grande pubblico non sempre ha avuto l’opportunità di conoscere e di approfondire, in un Paese che, peraltro, tra le sue eccellenze vanta appunto quelle legate alla qualità, universalmente riconosciuta, dei suoi prodotti enogastronomici.

Nel territorio lecchese 10 Enti partecipano alle Giornate Europee del Patrimonio con eventi e iniziative pubblicate sul sito del MiBACT.