Lecco, 8 novembre 2013 – La tragedia di ieri al passaggio livello di Pontida sulla linea ferroviaria Lecco-Bergamo ha reso ancor più evidente la necessità di eliminare i passaggi a livello determinati dall’intersezione della reti stradali con le reti ferroviarie.

In riferimento al tema della sicurezza delle interferenze tra le infrastrutture viarie su gomma (strade) con quelle su ferro (ferrovie) l’attuale Amministrazione provinciale ha sempre operato per risolvere le potenziali criticità, eliminando due passaggi a livello su direttrici di grande passaggio: il primo in località Rivabella di Lecco, con la creazione di un sovrappasso inaugurato nel 2010; il secondo in località Sala di Calolziocorte, con la realizzazione di un sottopasso inaugurato nel 2012.

L’obiettivo va nella direzione dell’eliminazione di tutti o quasi i passaggi a livello presenti sulle strade provinciali e precisamente:

  • a Bellano lungo la SP 62, per il quale è già disponibile uno studio di fattibilità
  • a Robbiate e a Verderio Superiore lungo la SP 56 e la SP 55 in località Sernovella, per i quali esiste un progetto datato

Inoltre, la volontà della Provincia di Lecco è di eliminare i seguenti passaggi a livello a margine delle strade provinciali:

  • a Valmadrera (località SILEA) a lato della SP ex SR 639, per il quale sono stati già predisposti studi preliminari
  • a Sirone a lato della SP 49 – trasversale della Brianza, la cui eliminazione è prevista nel lotto due della variante

“La sicurezza di persone e mezzi è uno degli obiettivi principali del nostro agire nelle scelte di progettazione di opere viarie – dichiarano il Presidente Daniele Nava e l’Assessore ai Lavori Pubblici Stefano Simonettitanto che abbiamo eliminato due passaggi a livello su direttrici di forte traffico, con la variante di Rivabella e il sottopasso a Sala di Calolziocorte. Siamo determinati nell’impegno dell’eliminazione quasi totale dei passaggi a livello sulle strade di nostra competenza, obiettivo per noi prioritario a tutela della sicurezza e a conferma di ciò sarà nostra cura intensificare i contatti con RFI per poter individuare un percorso comune”.

Il Presidente Nava e l’Assessore Simonetti esprimono il cordoglio per i parenti delle due vittime dell’incidente al passaggio a livello di Ca’ Castello a Pontida e augurano una pronta guarigione ai feriti.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.