In merito alle dichiarazioni dei Sindaci di Bellano e Vendrogno sulla corsa D26 Bellano-Vendrogno, l’Assessore ai Trasporti e Mobilità Franco De Poi intende precisare quanto segue:

“Se alcuni Sindaci credono che andare sui giornali sia il metodo per ottenere le cose, si sbagliano: sono abituato a confrontarmi e a discutere sui problemi, cercando di risolverli. Infatti lo scorso 15 gennaio ho invitato i Sindaci di 53 Comuni per proporre alcune riorganizzazioni sulle corse degli autobus che transitano sul loro territorio. Dei 16 Sindaci della Valsassina e Lago, 7 hanno partecipato all’incontro, condividendo la situazione del Trasporto Pubblico Locale, proponendo e trovando soluzioni. Purtroppo gli amministratori di Bellano e Vendrogno erano assenti. Già da giorni con i miei collaboratori stiamo lavorando con la società Lecco Trasporti per trovare soluzioni alle richieste scaturite durante l’incontro con gli amministratori e posso confermare che con l’azienda di trasporto ci siamo impegnati per mantenere la corsa delle ore 11 da Bellano a Vendrogno al giovedì. Purtroppo il tempo delle vacche grasse è finito: grazie al governo Monti siamo stati obbligati a fare queste riorganizzazioni delle corse, pur nella consapevolezza di creare qualche disguido all’utenza”.