Si è aperto ieri a Villa Monastero di Varenna il 56° Convegno di Studi Amministrativi, organizzato dalla Provincia di Lecco, dalla Provincia di Como e dall’Istituzione Villa Monastero, con il contributo e il patrocinio dell’Unione Province Lombarde, del Comune di Campione d’Italia e di Fondazione Cariplo.

Numerose le prestigiose personalità presenti, tra cui:Ernesto Lupo, primo Presidente della Corte di Cassazione, Pasquale De Lise, Presidente del Consiglio di Stato, Luigi Giampaolino, Presidente della Corte dei Conti, Alberto De Roberto, Presidente Emerito del Consiglio di Stato, Riccardo Villata, Ordinario di diritto amministrativo all’Università degli studi di Milano, oltre a personalità della cultura giuridico-amministrativa tra le più qualificate e autorevoli a livello nazionale. Il numero degli iscritti ha superato le 300 unità.

L’edizione di quest’anno, con la direzione scientifica diGiancarlo Coraggio, Presidente di sezione del Consiglio di Stato, riguarda La gestione del nuovo processo amministrativo: adeguamenti organizzativi e riforme strutturali. Un tema attuale, alla luce del recente Decreto Legislativo 104 del 2 luglio 2010 che ha introdotto nel nostro ordinamento il Codice del processo amministrativo, con la finalità principale di unificare, chiarire e coordinare le norme processuali davanti al Giudice Amministrativo.

“Dialogo e confronto fra giurisdizione ordinaria e giurisdizione amministrativa – ha introdotto il PresidenteDaniele Nava – costituiscono un presupposto essenziale per una maggiore efficienza della Giustizia; un dialogo e un confronto che si innestano su diverse competenze ed esperienze, ma che devono convergere, proprio sulla scorta dell’irrinunciabile principio di unità funzionale della giurisdizione, su un comune obiettivo, quello di garantire ai cittadini un sempre maggiormente moderno e funzionale sistema di Giustizia. Anche quest’anno il programma del Convegno affronta e approfondisce specifiche tematiche, oltre che di grande rilevanza, anche di sicura attualità. La riforma del processo amministrativo è stata analizzata anche alla luce di un’altra importante e significativa riforma attualmente in corso nel nostro Paese: quella federalista. Quando si parla di riforma federalista dobbiamo prendere le mosse da una duplice consapevolezza: quella della necessità di darvi concretamente corso in tempi brevi e quella per la quale questa riforma non può essere improvvisata, in considerazione del suo grado di complessità e della pregnante (forse epocale) incidenza che avrà su tutti gli assetti del nostro Paese. Improvvisarla o affrontarla con superficialità significherebbe probabilmente annichilire ciò che di positivo è insito nella stessa. Da qui, dunque, la necessità di vagliarne, preventivamente e con attenzione, l’effettiva portata e incidenza su tutti gli assetti – sociali, economici, politici, istituzionali e amministrativi – che la stessa è destinata a involgere”.

La Provincia ha stipulato un accordo con la Casa editrice Giuffrè per la pubblicazione, distribuzione e diffusione dell’opera contenente gli atti del 56° Convegno di Studi Amministrativi di Varenna senza alcuna spesa a carico della Provincia.

Lecco, 24 Settembre 2010



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.