L’Assessore ai Lavori Pubblici e alla Viabilità Stefano Simonetti comunica che entro la metà di settembreverrà bandita la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di adeguamento strada di collegamento Lecco-Bergamo con eliminazione del passaggio a livello in località Sala di Calolziocorte.

La gara d’appalto scadrà indicativamente a fine ottobre: esperite le verifiche previste dalla normativa vigente i lavori verranno aggiudicati e consegnati a seguito della sottoscrizione del contratto d’appalto e avranno una durata di 780 (settecentottanta) giorni naturali e consecutivi dalla data di consegna.

L’intervento prevede l’eliminazione dell’attuale passaggio a livello presente lungo la SR 639 in località Sala di Calolziocorte, per rendere più fluido il transito veicolare e maggiormente sicuro, eliminando l’intersezione a raso con la strada ferrata. Nel dettaglio l’intervento consiste nella realizzazione di una rotatoria a precedenza interna sulla SR 639 all’intersezione con la via comunale Quarenghi per rendere maggiormente sicuro l’interscambio dei residenti della frazione di Sala di Calolziocorte e di un sottopasso, completo di pista ciclo pedonale, per il superamento del passaggio a livello.

Il costo complessivo dell’opera ammonta a Euro 4.020.441,90 di cui Euro 2.490.653,98 finanziati con trasferimento statale ed Euro 1.529.787,92 finanziati con trasferimento ANAS.

Il progetto esecutivo è stato approvato lo scorso 27 luglio 2010.

“Esprimo grande soddispazione per questo passaggio fondamentale – commenta l’Assessore Simonettiperché il sottopasso di Sala è un’opera davvero importante, rimasta per molto tempo bloccata da molteplici problematiche. L’attuale passaggio a livello costituisce un tappo e un ostacolo alla circolazione; il nuovo sottopasso sarà un altro tassello fondamentale posto dall’attuale Provincia per risolvere i problemi di traffico sull’asse Lecco-Bergamo”.

Il Sindaco di Calolziocorte Paolo Arrigoni sottolinea:“Finalmente (ri)partiranno i lavori di un’opera attesa da tanti, troppi anni, dopo l’interruzione forzata del maggio 2004 – a soli 4 mesi dal loro inizio – causata da gravi errori progettuali dell’ANAS. Ringrazio la Provincia, in particolare l’Assessorato ai L.L.PP., per questo nuovo grande risultato che toglie dal pantano un’opera incompiuta, riprogettata in poco tempo anche recependo le prescrizioni del Comune di Calolziocorte. Un grazie anche al Senatore Castelli che nel 2005, allora Ministro della Giustizia, fece arrivare il finanziamento statale per l’opera. I diversi episodi del passato relativi al mancato funzionamento del P.L. – ricordo in proposito il grave incidente ferroviario verificatosi il 20 giugno 2005 – diventeranno solo un brutto ricordo: il futuro sottopasso garantirà dunque anche maggior sicurezza agli automobilisti”.

Lecco, 03 Settembre 2010



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.