Carta dei Servizi
  •  

SUBAPPALTO LAVORI: RILASCIO AUTORIZZAZIONE

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa III – Appalti e Contratti
Maria Benedetti
Tel. 0341 295405
Fax 0341 295333
E-mail appaltiecontratti@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

D. Lgs. 163/2006 e s.m.i., art. 118

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La Provincia può rilasciare l’autorizzazione all’esecuzione di alcune lavorazioni ricomprese in un contratto di appalto di opere pubbliche a soggetti diversi dall’aggiudicatario, previa indicazione, in fase di presentazione della domanda di partecipazione alla gara d’appalto, delle lavorazioni che si intendono subappaltare.

A chi interessa

Imprese, Consorzi, Cooperative operanti nel settore dei lavori pubblici.

Cosa bisogna fare

Presentare richiesta di autorizzazione al subappalto, almeno 20 gg prima dell’inizio effettivo dell’esecuzione, al Settore Tecnico di competenza (Patrimonio e Demanio per i lavori interessanti gli immobili o Viabilità e Protezione Civile per i lavori interessanti le strade provinciali), con indicazione delle lavorazioni interessate, dell’importo e dell’impresa a cui viene affidato il subappalto. Alla richiesta deve essere allegata la documentazione necessaria. Il Servizio competente, previo nulla-osta da parte dell’Ufficio Tecnico, rilascia l’autorizzazione mediante provvedimento dirigenziale o semplice comunicazione. L’appaltatore deve depositare il contratto di subappalto presso la stazione appaltante, almeno 20 gg prima della data di effettivo inizio dei singoli lavori (ovviamente è condizionato alla futura autorizzazione).

I tempi

Rilascio autorizzazione per subappalti di importo inferiore ad euro 100.000, o pari al 2% dell’intera opera o con manodopera inferiore al 50%: 15 gg. dalla data di ricevimento della richiesta/ integrazione documentazione (termine che può essere prorogato per 1 sola volta, per giustificati motivi).
Rilascio autorizzazione per subappalti di importo superiore ad euro 100.000: 30 gg. dalla data di ricevimento della richiesta/integrazione documentazione (termine che puïò essere prorogato per 1 sola volta, per giustificati motivi).

Monitoraggio

Monitoraggio dei procedimenti
dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. subappalti inferiori a 100.000 euro: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 12 giorni

n. subappalti superiori a 100.000 euro: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. subappalti inferiori a 100.000 euro: 3
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 12 giorni

n. subappalti superiori a 100.000 euro: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. subappalti inferiori a 100.000 euro: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 12 giorni

n. subappalti superiori a 100.000 euro: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20

dal 01.01.2017 al 31.12.2017
n. subappalti inferiori a 100.000 euro o pari al 2% dell’intera opera o con manodopera inferiore al 50%: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 12 giorni

n. subappalti superiori a 100.000 euro: 0
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
n. subappalti inferiori a 100.000 euro o pari al 2% dell’intera opera o con manodopera inferiore al 50%: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 12 giorni

n. subappalti superiori a 100.000 euro: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

Archivio storico monitoraggio

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. 5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’ art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione e nel determinato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento 
DELIBERAZIONI: nel deliberato è indicato nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.