Carta dei Servizi
  •  

PROGRAMMAZIONE E MITIGAZIONE DEI RISCHI E PIANIFICAZIONE DELL’EMERGENZA

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa I – Bilancio e Finanze
Servizio Protezione Civile
Bruno Ratti
Tel. 0341 295461
Fax 0341 295333
bruno.ratti@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

L. 225/92; L.R. 54/90; D.Lgs. 112/98; D.G.R.L. 46001/99; L.R. 16/04; D.G.R.L. 20047/05;DGR 8753/08;DGR 4732/2007; l.100/12

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La Provincia redige il programma di previsione e prevenzione dei rischi di 1° e 2° livello e il piano di emergenza di protezione civile. Il primo è un documento di carattere preventivo e previsionale aggiornato dell’ambiente fisico, naturale ed antropico del territorio provinciale, con l’individuazione delle tipologie di rischio presenti in provincia e l’identificazione delle aree che presentano criticità sia a livello ambientale che da un punto di vista antropico. Il secondo è uno strumento prettamente operativo a supporto delle Istituzioni preposte a svolgere un’efficace e tempestiva attività di gestione delle situazioni di emergenza (ambientali o di tipo antropico). La Provincia può fornire ogni utile supporto per la redazione del piano comunale di Protezione Civile e verifica la loro congruenza con il piano provinciale. Eroga contributi a favore degli Enti Locali per la realizzazione di attività di Protezione Civile per la mitigazione dei rischi presenti nel territorio provinciale.

A chi interessa

Enti Locali, Istituzioni Pubbliche, Organizzazioni di volontariato, Professionisti del settore, Cittadini.

Cosa bisogna fare

E’ possibile prendere visione dei documenti provinciali di programmazione e di pianificazione (disponibili anche su supporto informatico) e contattare il Servizio per eventuali richieste di collaborazione e di maggiori informazioni. Le informazioni sull’attività del Servizio sono pubblicate sul sito della Provincia di Lecco.

I tempi

Rilascio informazioni e supporto operativo: 30 gg dalla data della richiesta

I costi e i moduli di riferimento

Eventuali costi per la fotocopiatura dei documenti.

Monitoraggio

dal 01.01.2014 al 30.04.2014
supporto operativo
n. procedimenti: 7
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15

dal 01.05.2014 al 31.08.2014
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 3 prove radio, 1 mezzo della colonna mobile attivato per emergenza
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni. Nel caso di emergenza il tempo di attivazione del mezzo è stato immediato

dal 01.09.2014 al 31.12.2014
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 24
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.01.2015 al 30.04.2015
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.05.2015 al 31.08.2015
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.09.2015 al 31.12.2015
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30 giorni

dal 01.01.2016 al 30.04.2016
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30 giorni

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30 giorni

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30 giorni

dal 01.01.2017 al 30.04.2017
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 3
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 5 giorni

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 6
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 5 giorni

dal 01.01.2019 al 30.062.2019
supporto operativo
n. procedimenti: 7
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

richieste per attività di programmazione, mitigazione dei rischi e pianificazione dell’emergenza
n. procedimenti: 6 prove radio, 5 mezzi di colonna mobile attivati per emergenza
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni. Nel caso di emergenza il tempo di attivazione è stato immediato.

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.