Carta dei Servizi
  •  

PREVENZIONE E CONOSCENZA DEL TERRITORIO: ATTIVITA’ DI MONITORAGGIO

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa I – Bilancio e Finanze
Servizio Protezione Civile
Bruno Ratti
Tel. 0341 295461
Fax 0341 295333
bruno.ratti@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

L. 225/92; D.Lgs. 112/98; L.R. 16/04; D.G.R.L. 20047 del 24.03.05; L.100/12

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La Provincia per poter svolgere un’azione di previsione e prevenzionedel rischio di dissesto idrogeologico e idraulico, a partire dal 2001 ha installato un sistema di monitoraggio pluvio-meteorologico, con 11 stazioni di rilevamento nei Comuni di : Galbiate, Colle Brianza, Brivio, Premana, Introbio, Esino Lario, Carenno, Missaglia, Montevecchia, Oliveto Lario e Dervio.
Le postazioni sono dotate di una completa strumentazione che permette di registrare la velocità e la direzione del vento, la quantità di pioggia e di neve caduta, la temperatura dell’aria e del suolo, il grado di umidità e la pressione atmosferica, fornendo i dati in tempo quasi reale. E’ in corso un’attività sperimentale con ARPA Lombardia; pertanto gli utenti possono trovare i dati sul sito dedicato di ARPA.

A chi interessa

Enti Locali, Istituzioni Pubbliche, Organizzazioni di volontariato, Professionisti, Cittadini.

Cosa bisogna fare

Presentare richiesta di rilascio dei dati registrati dalle centraline oppure consultare le registrazioni delle stazioni sul sito: www.protezionecivile.provincia.lecco.it.

I tempi

Rilascio dati: 30 gg dalla data di presentazione della richiesta.

I costi e i moduli di riferimento

Monitoraggio

Monitoraggio dei procedimenti 
rilascio dati
dal 01.01.2014 al 30.04.2014
n. procedimenti: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30

richieste di attività di monitoraggio
dal 01.05.2014 al 31.08.2014
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30 giorni

richieste di attività di monitoraggio
dal 01.09.2014 al 31.12.2014
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

richieste di attività di monitoraggio
dal 01.01.2015 al 30.04.2015
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

richieste di attività di monitoraggio
dal 01.05.2015 al 31.08.2015
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

richieste di attività di monitoraggio
dal 01.09.2015 al 31.12.2015
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

richieste di attività di monitoraggio
dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 6
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

dal 01.01.2017 al 30.04.2017
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

dal 01.01.2019 al 30.06.2019

rilascio dati

n. procedimenti: 4
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 30 giorni

richieste attività di monitoraggio

n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.