Polizia provinciale

  •  

Sinistro con fauna selvatica

La Regione Lombardia ha stipulato un’apposita copertuta assicurativa per chi ha subito un danno al veicolo e/o alla persona a seguito di collisione con la fauna selvatica omeoterma (mammiferi ed uccelli), durante la circolazione su strade statali, regionali, provinciali e comunali del territorio regionale (sono escluse le strade in concessione: autostrade, tangenziali protette, etc.).

La domanda di risarcimento dovrà essere presentata entro 30 giorni del verificarsi dell’incidente, pena la perdita del diritto dell’eventuale indennizzo.

 DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE ALLA REGIONE LOMBARDIA

  • Descrizione dell’evento
  • Denuncia e/o verbale della Polizia Provinciale o di altra Polizia stradale
  • Fotografie che documentano il danno subito
  • Preventivo/fattura del danno subito
  • Scheda di demolizione rilasciata dal P.R.A., in caso di perdita totale del veicolo
  • Estratto cronologico generale rilasciato dal P.R.A., solo in caso di perdita totale del veicolo
  • Fotocopia della patente di guida del conducente
  • Fotocopia della carta di circolazione del veicolo
  • Fotocopia eventuali dichiarazioni testimoniali
  • Fotocopia eventuale certificato del Pronto Soccorso e dei certificati relativi al decorso delle lesioni subite

COME PRESENTARE LA DOMANDA
Trasmessa, corredata degli allegati, tramite raccomandata con avviso di ricevimento a:

 Spett.le Regione Lombardia
Presidenza della Giunta Direzione Centrale
Organizzazione Personale Patrimonio e Sistema Informativo
U.O. Patrimonio e Acquisti
Unità Operativa Archivi, Assicurazioni e Servizi Interni
Piazza Città di Lombardia, 1 – 20124 MILANO

 e per conoscenza:

 Spett.le Regione Lombardia
Direzione Generale Agricoltura
U.O. Multifunzionalità e Sostenibilità del Territorio
Piazza Città di Lombardia, 1- 20124 MILANO

oppure

Presentata al protocollo generale delle Regione Lombardia o al protocollo delle Sedi Territoriali nei capoluoghi delle province:

 Sede Territoriale di Lecco
Corso Promessi Sposi 132
Telefono 0341.358926 – 0341.358944

Denuncia di sinistro

Dichiarazione rinuncia ulteriore risarcimento

Richiami al codice della strada

La vicinanza di un tratto stradale con probabile attraversamento, anche improvviso, di animali selvatici, può essere presegnalata dal cartello verticale “animali selvatici vaganti” (art. 95 D.P.R. 495/1992). Un segnale di tale tipo indica la natura del pericolo e di conseguenza impone un comportamento adeguato ai conducenti.

Il Titolo V del Dlgs. 285/1992 stabilisce le norme di comportamento degli utenti della strada in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale. Per l’art. 141 del CDS il conducente deve altresì ridurre la velocità e, occorrendo, anche fermarsi quando, al suo avvicinarsi, gli animali che si trovino sulla strada diano segni di spavento.

Se un utente coinvolto in un incidente, ricollegabile al suo comportamento da cui è derivato un danno all’animale (d’affezione, da reddito o protetto), non si ferma e non pone in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso all’animale stesso, incorre nella sanzione amministrativa stabilita dall’art. 189 c.9 bis del CDS. Nella stessa violazione incorre, ma sanzionabile con un importo inferiore, colui che coinvolto in un incidente non ricollegabile al suo comportamento non pone in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso all’animale.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.