Carta dei Servizi
  •  

NOLEGGIO DI AUTOBUS CON CONDUCENTE: RILASCIO AUTORIZZAZIONE ALL’UTILIZZO

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa I – Bilancio e Finanze
Servizio  Trasporti e Mobilità
Emanuela Rigamonti
Tel. 0341 295443
Fax 0341 295333
emanuela.rigamonti@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

Regolamento regionale 22 dicembre 2014 n. 6 (entrato in vigore il 22 febbraio 2015), L.R. n.6/2012, L. 218/2003.

Di cosa si tratta.

Descrizione del procedimento
Il Regolamento regionale n. 6/2014 Disciplina dei servizi di noleggio di autobus con conducente stabilisce i requisiti, le condizioni e le procedure per l’esercizio dell’attività di trasporto viaggiatori mediante noleggio di autobus con conducente

A chi interessa

Ai fini dell’esercizio dell’attività, il soggetto richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) autorizzazione all’esercizio della professione di trasportatore su strada di persone, come risultante dall’iscrizione nel REN delle imprese di trasporto su strada, di cui al Regolamento CE n. 1071/2009 e al decreto dirigenziale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 291 del 25 novembre 2011 e successivi atti attuativi. Il REN delle imprese esercenti l’attività di trasporto di viaggiatori mediante noleggio di autobus con conducente istituito presso la Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità.
Le Province provvedono alla costituzione e all’aggiornamento delle sezioni provinciali del registro telematico.
b) disponibilità di un parco autobus con anzianità massima non superiore a diciassette anni (per parchi con più di 2 unità), i nuovi mezzi immatricolati non possono comunque avere un’età superiore a sette anni.
c) disponibilità di un parco autobus dotato di attrezzature atte a garantire la comodità e la qualità dei servizi, quali impianto di climatizzazione, impianto fonico di bordo e cronotachigrafo digitale di cui alla normativa vigente in materia.
d) possesso di certificazione di qualità ISO 9001 per le imprese aventi un parco autobus pari o superiore a dieci unità.
e) disponibilità di un parco autobus costituito per almeno il 10% da veicoli idonei al trasporto di soggetti a ridotta capacità motoria (per parchi con più di 10 unità).
f) disponibilit� di aree o strutture atte al rimessaggio dei mezzi.
g) impiego di personale conducente, ivi inclusi titolari, soci e collaboratori familiari dell�impresa, in numero non inferiore al 70% del parco mezzi adibito al servizio.
h) non essere incorsi, nell’anno antecedente alla data di iscrizione al Registro regionale di cui all’articolo 5, in sanzioni, elevate anche in altri territori dello Stato italiano, che comportano il divieto di prosecuzione dell’attività.
i) in caso di utilizzo di autobus adibiti a servizio di linea per trasporto di persone, autorizzazione alla distrazione dei mezzi in misura comunque non superiore al numero complessivo dei mezzi immatricolati ad uso noleggio, preventivamente rilasciata da parte dell’Ente competente nel rispetto del divieto di cui all’art. 1, c. 3, della l. n. 218/2003 che impone di non utilizzare autobus finanziati con sovvenzioni pubbliche.

Aziende di autonoleggio con conducente.

Cosa bisogna fare

AUTORIZZAZIONE ALL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’ 

– Nuove imprese 
L’autorizzazione all’esercizio dell’attività di noleggio di autobus con conducente, prima rilasciata dai comuni, è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), di cui all’art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241. La SCIA è da presentare presso la Provincia in cui ha sede l’impresa. La SCIA va inoltre presentata in caso di variazioni del personale, del parco veicolare, o per trasferimento dell’attività.
– Imprese esistenti già autorizzate 
Le imprese già autorizzate dai Comuni sono iscritte di diritto nel Registro regionale ma devono presentare istanza alla Provincia entro il 22 maggio 2015. 

AUTORIZZAZIONE ALL’IMMATRICOLAZIONE 

Le imprese prima di immatricolare un nuovo mezzo devono presentare la richiesta di nulla osta in carta semplice ai sensi dell’art 85 del dlgs 285/1992. In seguito all’immatricolazione l’impresa deve presentare alla Provincia l’aggiornamento del parco veicolare tramite modello SCI.

I tempi

L’attività ha inizio a seguito della presentazione della SCIA. La documentazione protocollata deve essere conservata a bordo degli autobus.

Rilascio autorizzazione all’immatricolazione: 15 gg dalla data di presentazione della richiesta.

I costi e i moduli di riferimento

All’atto della presentazione della prima SCIA, le imprese ai sensi dell’art. 5, c. 6, del R.R. n. 6/2014, dovranno versare una quota di iscrizione variabile in base alla dimensione aziendale:100 € fino a 5 autobus, 300 € tra 6 e 20 autobus, 700 € oltre 20 autobus.

Ai fini del mantenimento dell’iscrizione al Registro Regionale è previsto un versamento annuale da 50 euro a 350 euro sempre in base alla dimensione del parco veicolare.

I versamenti sono da effettuare sul conto corrente bancario intestato a Provincia di Lecco n IT76X0569622900000003404X49, Banca Popolare di Sondrio – Filiale di Lecco, causale NOLEGGIO CON CONDUCENTE AUTOBUS, entro il 31 gennaio di ogni anno.

Monitoraggio

Monitoraggio dei procedimenti
01.01.2015 al 30.04.2015
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

01.05.2015 al 31.08.2015
n. procedimenti: 5
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

01.09.2015 al 31.12.2015
n. procedimenti: 2
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 7
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 1
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 9
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 10 giorni

dal 01.01.2017 al 30.04.2017
n. procedimenti: 29
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 43
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.01.2019 al 30.06.2019
n. procedimenti: 61
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione  è indicato nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato è indicato nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: è indicato nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.