Difensore civico

  •  

Cosa può fare il Difensore civico territoriale

  1. può e deve verificare la fondatezza della richiesta avanzata dal cittadino chiedendo chiarimenti al competente Ufficio della pubblica amministrazione interessata
  2. può accedere liberamente ad atti e documenti pubblici necessari alla fase istruttoria dei suoi interventi
  3. può sollecitare i necessari chiarimenti ovvero la tempestiva conclusione di un procedimento qualora l’amministrazione pubblica competente non risponda al cittadino interessato o allo stesso Difensore civico territoriale
  4. può suggerire proposte risolutive agli organi e uffici competenti rispetto ai problemi segnalati e trattati, non solo quando verifichi una qualche irregolarità, ma anche quando si tratti di agire in una funzione conciliativa fra le parti
  5. può esprimere pareri in tema di fondatezza del diritto di accesso ad atti pubblici ai sensi dell’articolo 25, comma 4, della legge 241/1990
  6. può comunque fornire direttamente ai cittadini dei chiarimenti anche in un’ottica preventiva dei contenziosi con la pubblica amministrazione
  7. può suggerire proposte organizzative di carattere più generale in vista della soluzione dei problemi più delicati e ricorrenti segnalati alla sua attenzione nella relazione annuale rivolta al Consiglio provinciale


Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.