Carta dei Servizi
  •  

AUTOTRASPORTO MERCI IN CONTO PROPRIO: RILASCIO LICENZA

A chi rivolgersi

Direzione Organizzativa I – Bilancio e Finanze
Servizio  Trasporti e Mobilità
Emanuela Rigamonti
Tel. 0341 295443
Fax 0341 295333
emanuela.rigamonti@provincia.lecco.it

Orari: lun-mer: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; mar-gio-ven dalle 9 alle 14

Normativa di riferimento

L. 298/74; D.P.R. 783/77 e s.m.i.; D.Lgs. 112/98, art. 105.

Di cosa si tratta

Descrizione del procedimento
La Provincia rilascia apposita licenza per esercitare l’autotrasporto di merci in conto proprio. Si tratta del trasporto eseguito da imprese, Enti, privati o pubblici, con mezzi di portata superiore a 60 q.l., che non costituisce l’attività economicamente prevalente, ma rappresenta un’attività complementare o accessoria dell’attività principale. Il trasporto deve avvenire con mezzi di proprietà o in usufrutto o acquistati con patto di riservato dominio o presi in locazione con facoltà di compera oppure noleggiati senza conducente (solo per veicoli di massa complessiva fino a 6t), e i preposti alla guida dei veicoli, se non esercitata personalmente dal titolare della licenza, devono essere lavoratori dipendenti.

Le merci trasportate devono appartenere alle stesse persone, enti privati o pubblici o essere dai medesimi prodotte, vendute o prese in comodato, in locazione o devono da loro essere elaborate, trasformate,riparate, migliorate o simili, o tenute in deposito in relazione a un contratto di mandato ad acquistare o vendere.

A chi interessa

Persone fisiche e/o giuridiche, Imprese, Enti Pubblici, Enti Privati, Cooperative e consorzi.

Cosa bisogna fare

Presentare domanda per il rilascio della licenza, utilizzando l’apposito modulo disponibile presso il Servizio competente o sul sito della Provincia. Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione: ricevuta versamento tramite c/c postale (causale: merci conto proprio); 2 marche da bollo; fotocopia del documento di identità del rappresentante legale o titolare; autocertificazione di iscrizione alla Camera di Commercio con dichiarazione antimafia;volume d’affari della società; fotocopia carta di circolazione; fotocopia licenza se il richiedente è già titolare; fotocopie della patente di guida degli autisti; (solo se l’autista è dipendente); copia certificato di proprietà o fattura di acquisto contratto di leasing del veicolo. Per trasporti specifici deve essere allegato anche il certificato ATP, mentre per attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti prodotti da terzi deve essere allegata anche la relativa autorizzazione rilasciata dall’Ente competente.

Per le imprese di nuova costituzione è consentito il rilascio di una licenza provvisoria della durata massima di 18 mesi.

I tempi

Rilascio licenza: 30 gg dalla data di presentazione della domanda se non soggetta a commissione. 45 gg se soggetta a commissione.

I costi e i moduli di riferimento

Rimborso oneri istruttori 
Nuova iscrizione: € 50,00
Incremento parco veicolare (per ogni veicolo):€ 25,00
Sostituzione per categoria superiore o per pari categoria (per ogni sostituzione):€ 25,00
Variazioni codici classi/attività (per ogni variazione): € 25,00
Rilascio licenza definitiva: € 25,00
Variazione sede – denominazione – ragione sociale: € 25,00
Rilascio duplicato per smarrimento/deterioramento di targhe o licenze: € 25,00
Richiesta annullamento posizione meccanografica: € 25,00
Variazione della portata utile veicolo: € 25,00

Monitoraggio

dal 01.01.2014 al 30.04.2014
– richieste di rilascio licenza
n. procedimenti: 84
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi:

dal 01.05.2014 al 31.08.2014
n. procedimenti: 72
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.09.2014 al 31.12.2014
n. procedimenti: 65
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 15 giorni

dal 01.01.2015 al 30.04.2015
n. procedimenti: 41
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

dal 01.05.2015 al 31.08.2015
n. procedimenti: 23
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

dal 01.09.2015 al 31.12.2015
n. procedimenti: 35
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

dal 01.01.2016 al 30.04.2016
n. procedimenti: 42
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

dal 01.05.2016 al 31.08.2016
n. procedimenti: 37
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

dal 01.09.2016 al 31.12.2016
n. procedimenti: 51
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

01.01.2017 al 30.04.2017
n. procedimenti: 40
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

01.01.2018 al 31.12.2018
n. procedimenti: 124
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

01.01.2019 al 30.06.2019
n. procedimenti: 57
n. procedimenti che non hanno rispettato i tempi: 0
tempo medio di erogazione del servizio: 20 giorni

Altre informazioni

Come previsto dalle disposizioni indicate dalla normativa sul procedimento amministrativo, Legge n.241/1990, art.5 ‘Responsabile del procedimento’, tutti i documenti amministrativi della Provincia di Lecco riportano l’indicazione del nominativo del responsabile del procedimento.

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. art.5 Legge n.241/1990, anche in funzione dell’art.35 c.1, lett.m), Decreto legislativo n.33/2013, per tutti i documenti amministrativi vengono applicate le seguenti indicazioni:
DETERMINAZIONI: nell’intestazione  son indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
DELIBERAZIONI: nel deliberato sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento
LIQUIDAZIONI: nella scheda di liquidazione sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento e nome e cognome del responsabile dell’istruttoria
LETTERE IN PARTENZA: sono indicati nome e cognome del responsabile del procedimento; viene inoltre indicato il recapito telefonico diretto, l’indirizzo di posta elettronica e di PEC



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.