Ambiente

  •  

Prelievo di acque pubbliche – Derivazioni

Sede: corso Matteotti 3 – Lecco (3° piano)

Referente del Servizio: Elisabetta Fontana
Telefono: 0341 295243
Fax: 0341 295333
E-mail: elisabetta.fontana@provincia.lecco.it

Gli uffici sono aperti:
lunedì
mercoledì: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.30
martedìgiovedìvenerdì: dalle 9 alle 14

In base all’articolo 43 della l.r. 26/2003, compete alla provincia il rilascio di autorizzazioni e concessioni relative a:
1) scavo di pozzi e ricerca di acque sotterranee, ai sensi degli articoli 22 e 23 del Regolamento Regionale 2/06;
2) attingimento d’acqua, ai sensi dell’articolo 32 del Regolamento Regionale 2/06;
3) piccole derivazioni d’acqua, ai sensi del r.d. 1775/1933 e del Regolamento regionale 2/06;
4) la polizia delle acque relativa alle funzioni di cui ai precedenti punti.

La provincia, inoltre, effettua ai sensi dell’articolo 7 c. 2 del Regolamento Regionale 2/06 l’istruttoria delle domande di concessione relative alle grandi derivazioni. Il provvedimento finale di concessione, in tal caso, è emanata dalla Regione Lombardia.

NUOVE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE DI DERIVAZIONE – APPLICATIVO SIPIUI

Con DGRL n. x/7568 del 18 dicembre 2017 la Regione Lombardia ha stabilito che:

  • a partire dal 1° febbraio 2018  le nuove istanze di derivazione acqua pubblica dovranno essere “obbligatoriamente” presentate tramite il portale on-line di Regione Lombardia “ SIPIUI”, disponibile al seguente indirizzo: www.tributi.regione.lombardia.it/sipiui/
  • a partire dal 1° gennaio 2019  la compilazione delle domande on-line sarà estesa a tutte le altre tipologie d’istanze (variante, subentro, rinuncia, rinnovo, licenza d’attingimento, uso domestico). Pertanto, dovranno essere “obbligatoriamente”presentate tramite il portale on-line di Regione Lombardia “SIPIUI”, disponibile al seguente indirizzo:www.tributi.regione.lombardia.it/sipiui/. Le “modifiche di denominazione” che non vanno a mutare i dati fiscali del titolare e non comportano cessione dell’utenza (subentro) ma unicamente aggiornamento dei dati anagrafici, si continueranno a presentare direttamente alla Provincia di Lecco tramite PEC.

Sono escluse dalla procedura sopra descritta solo le istanze di derivazione soggette a valutazione d’impatto ambientale e disciplinate dal d.lgs. n. 104/2017 (Provvedimento Autorizzativo Unico – PAUR).

L’utente, oppure il tecnico incaricato, dovrà iscriversi al portale seguendo le indicazioni indicate nello stesso. Le credenziali d’accesso sono strettamente personali e si riferiscono alla persona fisica che compilerà i moduli online (il “compilatore”). Questa persona non è necessariamente il rappresentante legale della ditta o chi firmerà il documento compilato, ma può essere un delegato che si limita all’operazione di compilazione (es. consulente/tecnico ecc.).

La domanda, sia che si tratti di persona fisica (es. privato cittadino) o di persona giuridica (legale rappresentante d’azienda, di consorzio, d’impresa ecc.), andrà sottoscritta dal richiedente con firma elettronica avanzata (tramite CNS e software scaricabile dal sito di regione) oppure con firma digitale.

Il numero verde e la mail da utilizzare per qualsiasi dubbio o domanda relativa al caricamento delle istanze in “SIPIUI” sono : 800.318.318 da rete fissa e 02.3232.3325 da rete mobile e estero / e-mail: assistenza-sipiui@lispa.it.

Link al portale istituzionale regionale:

www.tributi.regione.lombardia.it/sipiui/

SPESE DI ISTRUTTORIA E CONTRIBUTO IDROGRAFICO:

Costi:

Marca da bollo € 16,00 per la presentazione dell’istanza.

Spese di istruttoria:  versamento degli importi di seguito specificati a seconda della tipologia di pratica, sul c/c postale n° 10477222 intestato alla Provincia di Lecco  Servizio Ambiente, oppure presso Tesoreria dell’Amministrazione Provinciale di Lecco – Banca popolare di Sondrio – Sportello della Tesoreria – Corso Martiri della Liberazione n. 65 – 23900 Lecco, Coordinate IBAN: IT76X0569622900000003404X49 (specificare la causale di versamento);    Per quanto riguarda le domande inoltrate da Enti Pubblici, a seguito dell’entrata in vigore del D.L. n° 1/2012, tale versamento dovrà essere effettuato con modalità di pagamento denominata “Girofondi di Banca Italia” utilizzando le seguenti coordinate bancarie: “conto corrente di contabilità speciale n. 0082002, sottoconto infruttifero intestato a “Provincia di Lecco” presso la Banca d’Italia”.

  • Autorizzazione per derivazione di acque sotterranee (pozzo)€ 51,65
  • Licenze di Attingimento € 25,82
  • Concessioni per derivazione di acque superficiali € 77,47

Contributo idrografico: Versamento pari a “1/20 del canone annuo in ogni caso non inferiore a € 150” tramite bonifico bancario a Regione Lombardia – Tesoreria Regionale  Al seguente IBAN: IT68 X030 6909 7901 0000 0 300033.

Spese di registrazione del disciplinare di concessione all’Agenzia delle Entrate. La quantificazione sarà effettuata all’atto del rilascio della concessione;

Per l’utilizzo dell’acqua è richiesto al titolare della concessione il pagamento di un canone annuo commisurato all’uso e alla quantità d’acqua concessa.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.