Per effetto delle novità introdotte con il Decreto Legge 50/2017 (“Manovra correttiva”), successivamente  convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, il meccanismo della scissione dei pagamenti è stato esteso a decorrere dal 1 luglio 2017, di conseguenza l’Azienda Speciale “Ufficio d’Ambito di Lecco” è ricompresa tra i soggetti tenuti ad applicare le disposizioni di cui al novellato art. 17-ter del D.P.R. 633/72.

Pertanto l’“Ufficio d’Ambito di Lecco”, per effetto della specifica individuazione ed inclusione nell’elenco  delle pubbliche amministrazioni inserite nel conto economico individuate ai sensi dell’articolo 1 comma 3 della legge 31 dicembre 2009 n. 196 (elenco di cui al punto A della norma pubblicato in allegato al comunicato MEF del 28 Giugno 2017),  diverrà debitrice nei confronti dell’Erario relativamente all’imposta IVA applicata dai cedenti e/o prestatori anche professionali a fronte di cessione di beni e per prestazioni di servizi (c.d. regime dello split payment).

A partire dalle fatture emesse dal 1 luglio 2017, i cedenti e i prestatori anche professionali dell’Ufficio d’ambito di Lecco dovranno emettere fatture con l’annotazione “scissione dei pagamenti” (art. 2, comma 1, del D.M. 23 gennaio 2015, ferma restando la possibilità di indicare anche il relativo riferimento normativo, nella specie, art. 17-ter del D.P.R. n. 633/1972) e l’imposta IVA indicata non verrà incassata dal fornitore bensì versata direttamente dall’ “Ufficio d’Ambito di Lecco”.

Si conferma che le operazioni interessate sono esclusivamente quelle documentate tramite fattura emessa dai fornitori, sono pertanto escluse quelle certificate tramite scontrino fiscale, ricevuta fiscale ovvero altri meccanismi semplificati di certificazione dei corrispettivi.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.