Lecco, 15 giugno 2017 – La Provincia di Lecco ha approvato lo Schema Unico di Bando e il Manuale di gestione riferiti alla Dote Impresa Collocamento mirato annualità 2017.

Si tratta di una misura finalizzata all’incremento delle opportunità occupazionali per persone con disabilità. Viene riconosciuto un incentivo una tantum da un minimo di 2.500 euro a un massimo di 12.000 euro per assunzioni a tempo determinato/in regime di somministrazione e da un minimo di 12.000 euro  a un massimo di 16.000 euro per assunzioni a tempo indeterminato/in regime di somministrazione.

Le risorse sono finanziate da Regione Lombardia che intende promuovere l’inserimento e il reinserimento occupazionale delle persone con disabilità allo scopo di ridurre i rischi di emarginazione, esclusione sociale e precariato, mediante una specifica misura di aiuto all’occupazione.

Possono accedere agli incentivi economici le imprese private di qualsiasi dimensione e settore di attività e le Cooperative Sociali con sede legale e/o operativa in Lombardia che operano nei settori economici ammissibili ai Regolamenti (UE) 1407/2013 e 1408/2013.

L’incentivo può essere richiesto per l’assunzione di persone con disabilità, di età compresa tra i 16 e i 64 anni, residenti o domiciliati in Lombardia e in possesso del verbale di invalidità civile rilasciato dagli enti competenti.

Il Bando è articolato in tre Assi:

  • ASSE I Incentivi assunzioni e rimborso tirocini, con decorrenza 6 aprile 2017, per il quale è previsto uno stanziamento pari al 75% delle risorse assegnate per l’annualità 2017. Sono ammessi all’incentivo i rapporti di lavoro instaurati dal 6 aprile 2017
  • ASSI II Consulenza e Servizi – Isola Formativa e III Cooperazione Sociale: saranno attivati nei prossimi mesi e si darà specifica informazione al riguardo

Sarà possibile presentare la domanda sul Portale Sintesi dall’1 giugno 2017 e le risorse sono a sportello.

Per informazioni:  0341 295.532-533, doteimpresa.cm@provincia.lecco.it.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.