Lecco, 2 febbraio 2015Promosso da Comune di Lecco e Provincia di Lecco, in collaborazione con il Comitato Vive le français (sodalizio recentemente costituitosi sul territorio per promuovere la lingua e la cultura francofone), l’incontro pubblico Liberté, Egalité, Fraternité oggi, organizzato a un mese esatto dall’attacco terroristico messo a segno alla sede del giornale satirico francese Charlie Hebdo, intende mantenere alta l’attenzione e accesi i riflettori su di un episodio drammatico, che ha colpito, con una violenza inaudita, la capitale della vicina Francia e la libertà di espressione.

L’appuntamento con l’attualità è fissato per sabato 7 febbraio e si terrà nella Sala Don Ticozzi a Lecco dalle ore 17. La serata convergerà sul dibattito condotto dalla giornalista e scrittrice Anna Pozzi, suo il ruolo di moderatrice degli interventi della giornalista francese di Libération, Bernadette Sauvaget e di Luigi Geninazzi, giornalista e scrittore esperto di problemi internazionali. All’incontro parteciperà e prenderà la parola anche Olivier Brochet, Console generale di Francia a Milano

La discussione, orientata al confronto e alla valorizzazione delle idee e delle esperienze positive in grado di dare man forte alla costruzione della società di domani, sarà arricchita dagli interventi e dalle testimonianze di alcune realtà, appartenenti al territorio lecchese, impegnate con successo nella “gestione delle diversità”. La serata, ispirata peraltro alla “Giornata nazionale contro il terrorismo, la guerra e la violenza”, promossa dal Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace, avrà il contributo delle associazioni la Casa sul Pozzo,  Les Cultures, la Casa Don Guanella e il Centro Culturale Assalam di Lecco.

“Il confronto proposto intende tenere alta la riflessione, dopo l’intensità emotiva dei primi giorni – affermano il Sindaco di Lecco Virginio Brivio e il Presidente della Provincia Flavio Polanoma anche estendere lo sguardo alle situazioni che nel mondo vedono le differenze religiose, culturali ed etniche generare occasioni di violenza, discriminazione e separazione. La serata sarà altresì un occasione per conoscere e promuovere percorsi che nella quotidianità, anche nella nostra città, propongono convergenza, confronto e conoscenza delle differenze”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.