“Nel porgere i migliori auguri per un anno ricco di soddisfazioni personali e professionali, non posso esimermi dal ricordare ai lettori che nel 2014 si chiude il mio mandato come Presidente della Provincia di Lecco. In questo momento di grande incertezza sul futuro e sul ruolo delle Province, voglio ricordare alcuni obiettivi raggiunti dalla mia Amministrazione, che in concreto confermano ancora una volta l’utilità di un Ente intermedio più vicino al territorio e ai cittadini rispetto ai livelli superiori di governo.

Le infrastrutture costituiscono la base per lo sviluppo economico e sono di grande utilità per i singoli, perciò ci siamo impegnati per il miglioramento della viabilità provinciale attraverso la desemaforizzazione e la creazione di rotonde. L’opera maggiore e prioritaria è sicuramente la realizzazione del nuovo asse viario Lecco-Bergamo, intervento imponente, i cui lavori stanno procedendo secondo il crono programma. Inoltre, abbiamo garantito l’efficienza e la sicurezza dell’intera rete stradale di competenza provinciale, pari a 400 km, con interventi puntuali e mirati, anche attraverso un funzionale ed efficiente servizio di viabilità invernale.

Particolare è stata l’attenzione al sostegno dell’economia italiana e locale, con la decisione di intervenire nell’ambito delle procedure di spesa in economia per l’acquisto e la fornitura di beni, promuovendo la definizione di criteri di preferibilità sociale nell’acquisto dei prodotti, che valorizzano la specificità e la qualità di quelli italiani e le aziende del territorio. Abbiamo poi proseguito il lavoro di revisione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, finalizzato a raccogliere le esigenze delle imprese nel rispetto della salvaguardia del territorio.

Sul fronte delle politiche di supporto al lavoro e all’occupazione abbiamo avviato azioni di sostegno alle aziende in difficoltà attraverso l’Unità di crisi aziendali. Abbiamo realizzato progetti finalizzati al ricollocamento dei dipendenti che a causa della crisi delle loro aziende hanno perso il posto di lavoro.

Dal punto di vista del marketing territoriale e culturale segnalo le politiche per la promozione del territorio nell’ambito del brand Lago di Como attraverso sistematici interventi di sostegno al Lago, alla Montagna e alla Brianza; il progetto Luoghi e Vie della Fede in provincia di Lecco, che prevede interventi conservativi e di restauro di diversi beni e itinerari di interesse culturale e religioso e la loro valorizzazione in termini turistici; la costituzione del Sistema Museale e numerosi altri progetti finanziati su bandi regionali e comunitari.

Pur nei limiti dei tagli al bilancio imposti dalle scelte normative del Governo centrale, grazie a un’attenta e razionale politica di contenimento della spesa, abbiamo realizzato interventi sugli edifici scolastici degli Istituti superiori, sostenuto le fasce deboli, migliorato il sistema dei trasporti, conservato e valorizzato il patrimonio, realizzato importanti infrastrutture per la mobilità dolce quali il ponte ciclopedonale Calolzio-Olginate e le numerose piste ciclabili, effettuato determinati interventi di Protezione Civile sul territorio e a soccorso alle popolazioni colpite da calamità naturali, elaborato un Piano di gestione Rifiuti provinciale e supportato gli studenti nella scelta del percorso scolastico con Orientalamente.

Posso affermare con orgoglio che la Provincia di Lecco è all’avanguardia rispetto all’informatizzazione delle procedure e alla dematerializzazione e offre un servizio di tutela della garanzia e dell’imparzialità dell’attività amministrativa: numerosi sono i Comuni che hanno aderito e i cittadini che hanno usufruito del Difensore Civico Territoriale, che rappresenta una forte garanzia di tutela e opera in piena autonomia e indipendenza per l’imparzialità e il buon andamento dell’attività amministrativa. Un’alta attenzione rispetto alle esigenze dei cittadini e delle Amministrazioni comunali, confermata anche dall’apertura di uno sportello decentrato a Merate e in generale dall’ampliamento degli orari di apertura al pubblico degli uffici provinciali.

In linea con i principi di efficienza, efficacia ed economicità, abbiamo avviato un percorso di internalizzazione delle attività e dei servizi di gestione del compendio di Villa Monastero, dismettendo l’Istituzione a fine 2012. Il ritorno in termini di numero di visitatori, l’alto livello dell’attività convegnistica e l’incremento della richiesta di utilizzo della Villa per eventi culturali e scientifici hanno confermato la bontà della scelta, con un ritorno anche in termini economici che ci permette di intervenire nella conservazione e nel restauro di questo splendido compendio.

Un lavoro imponente caratterizzato dall’impegno costante di amministratori, dirigenti e dipendenti della Provincia di Lecco, ai quali va il mio sentito ringraziamento”.

Il Presidente
Daniele Nava



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.