Lecco, 13 dicembre 2013 – L’Assessore ai Lavori Pubblici Stefano Simonetti, con i tecnici della Provincia, ha effettuato un sopralluogo presso l’imbocco Sud del cantiere della nuova Lecco-Bergamo a Calolziocorte.

In particolare, l’Assessore si è recato nelle aree di proprietà del Fallimento Rimero, all’interno delle quali opera lo stabilimento Erc-Onyx, i cui responsabili in questi giorni hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa sulle quali l’Assessore Simonetti ritiene doveroso fornire alcune puntualizzazioni:

“La Provincia di Lecco ha sempre manifestato, nel corso della progettazione esecutiva, grande attenzione all’attività industriale svolta, per porre in essere le cautele e le soluzioni tecniche che meglio avrebbero salvaguardato l’occupazione, tanto da aver avviato tavoli di confronto con le organizzazioni datoriali e sindacali. Questo lavoro di concertazione ha indotto la Provincia di Lecco, pur in presenza di un progetto già approvato dal CIPE, a seguito della Conferenza di Servizi tenutasi a Lecco il 17 maggio 2010, a fronte delle preoccupazioni di ordine occupazionale paventate, a introdurre una variante migliorativa per l’attività aziendale. Nonostante il grande sforzo, che ha comportato per la Provincia di Lecco l’avvio di nuove procedure, nuove autorizzazioni, nuovi approfondimenti geologici e geognostici, proprio per mitigare le difficoltà paventate (di cui non è mai stata fornita una prova oggettiva da Erc-Onyx, ancorché richiesta in più occasioni) l’azienda ha presentato ricorsi contro la Provincia di Lecco in tutte le sedi giudiziarie, amministrative e ordinarie. Dispiaciuto per l’atteggiamento dimostrato dalla direzione aziendale, che pure aveva coinvolto nell’opera di mediazione Confindustria Lecco, ritengo che le doglianze avrebbero dovuto correttamente essere indirizzate alla proprietà che evidentemente ha omesso di comunicare, all’atto del contratto di affitto, che l’area e l’opificio sarebbero stati interessati da un’opera strategica ricompresa fra quelle di cui alla Legge Obiettivo. Ribadisco la disponibilità dell’Amministrazione provinciale a incontrare la Direzione Aziendale, al solo scopo però di analizzare eventuali tematiche di ordine occupazionale legate all’opera, poiché sugli altri temi purtroppo la collaborazione è stata solo univoca da parte della Provincia di Lecco. I lavori stanno procedendo nel rispetto delle tempistiche, nonostante la posizione preclusiva di Erc-Onyx, che a tutt’oggi non ha ancora provveduto a liberare le aree dei materiali in presenza di titoli esecutivi, quali i decreti di occupazione d’urgenza. La Provincia di Lecco da sempre è disponibile al confronto: i ricorsi presentati contro la pubblica amministrazione sono rivolti più a bloccare il cantiere che a salvaguardare i posti di lavoro”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.