Lecco, 12 dicembre 2013 – A pochi giorni dal posizionamento delle trappole, due cinghiali (un maschio di 46 kg e una femmina di 43 kg) sono stati catturati la scorsa notte da una delle trappole collocate alla periferia di Lecco, in località Cereda – San Giovanni.

Il posizionamento di gabbie speciali rientra tra le iniziative selettive intraprese dalla Provincia di Lecco per contenere i danni alle colture agricole e alle proprietà private provocate dai cinghiali in alcune aree della Valsassina, Valvarrone e Alto Lago.

Le gabbie sono gestite dalla Provincia di Lecco in collaborazione con gli agricoltori e le loro Associazioni e seguono gli appostamenti selettivi che hanno dato qualche risultato l’estate scorsa con l’abbattimento di circa 10 capi.

Le iniziative per il contenimento della diffusione del cinghiale nel nord della nostra provincia – commenta l’Assessore all’Ambiente, Agricoltura, Caccia e Pesca Carlo Signorellicostituiscono attualmente una priorità per l’Assessorato, che ha ricevuto sollecitazioni in tal senso da Associazioni di agricoltori, Sindaci dei Comuni interessati e gestori di esercizi in aree ad alta valenza turistica. Altre iniziative pianificate sono i censimenti a cura della Polizia provinciale e l’istituzione di una commissione di esperti per delineare ulteriori iniziative da mettere in campo per contrastare l’espansione dei cinghiali e ridurre i danni provocati da questa specie”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.