Lecco, 10 dicembre 2013 – La Giunta provinciale ha approvato il Protocollo d’intesa tra Provincia di Lecco, Fondo Carla Zanetti e Consigliera di Parità per l’Attivazione di azioni di facilitazione all’inserimento lavorativo di donne vittime di violenza.

Attraverso l’esercizio pieno delle rispettive competenze, Provincia di Lecco, Fondo Carla Zanetti e Consigliera di Parità si propongono di operare in modo coerente e coordinato a favore dell’integrazione socio-lavorativa di donne maltrattate che si sono allontanate dal nucleo familiare e già in carico ai Servizi sociali dei Comuni.

In particolare, il Fondo Carla Zanetti e l’Ufficio Consigliera di Parità, insieme ai Centri per  l’Impiego e al Centro Risorse Donne, si impegnano a segnalare al Servizio Fasce Deboli della Provincia di Lecco i nominativi di donne maltrattate, residenti nella provincia di Lecco, che necessitino di un tempestivo inserimento lavorativo.

La dichiarazione delle Nazioni Unite sulla Eliminazione della Violenza contro le Donne del 1993 definisce come vessazione “qualunque atto di violenza in base al sesso, o la minaccia di tali atti, che produca danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche, coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che privata delle donne”.

Di fronte al riproporsi quotidiano di episodi di donne vittime di violenza, autentica emergenza sociale che necessita un’immediata azione di soccorso – commenta l’Assessore ai Servizi alla Persona e alla Famiglia, Politiche Giovanili, Lavoro Antonio Conrater il protocollo tecnico-operativo assume come proprio obiettivo principale la ricostruzione di un’autonomia economica attraverso il lavoro, strumento fondamentale e imprescindibile per ridefinire qualunque percorso di vita. Oggi le donne che decidono di liberarsi, e liberare i propri figli, dalla vessazione orrenda dei maltrattamenti e della violenza domestica possono trovare a Lecco un aiuto pienamente consapevole del loro dramma, che può, quindi, sostenerle in un’azione, per quanto complessa, di rinascita”.

“Saluto con favore questo provvedimento della Provincia – commenta Lucia Codurelli, Presidente del Fondo Carla Zanetti – frutto di un lavoro di questi mesi, che va nell’ottica di mettere a disposizione tutte le sinergie necessarie per favorire l’inserimento nel lavoro delle donne che hanno subito violenza. Il Fondo è stato costituito con l’intento di aiutare le donne a ricostruirsi una propria autonomia economica, indispensabile per liberarsi definitivamente dalla gabbia nella quale sono rimaste per troppo tempo. Il Fondo vede partecipi le istituzioni e le associazioni economiche e sociali, pertanto questa delibera è una risposta importante che sicuramente darà avvio ad altre adesioni; l’importante è che la risposta alla donna avvenga nei tempi più brevi possibili”.

I versamenti possono essere effettuati alla Fondazione della provincia di Lecco Onlus, conto corrente presso Banca prossima IBAN IT65 D033 5901 60010000 0003 286, indicando nella causale Fondo Carla Zanetti.

Per informazioni:



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.