Si è  svolta lo scorso 11 ottobre presso la Provincia di Lecco la seconda conferenza di Valutazione Ambientale Strategica relativa alla revisione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale  (PTCP).

“Questo incontro – spiega l’Assessore al Territorio e allo Sviluppo Economico Gianluca Bezzi ha permesso di approfondire, con i soggetti competenti in materia ambientale e gli enti territorialmente competenti, gli aspetti fondamentali della variante, come il rapporto tra lo sviluppo economico e infrastrutturale del territorio e la conservazione delle sue risorse naturali e paesaggistiche. Tale occasione di confronto, necessaria per il conseguimento delle sintesi migliore tra le diverse istanze che emergono dalla nostra gente, rappresenta un ulteriore tassello dell’attività di ascolto che ha caratterizzato l’intero iter della variante”.

 Fin dall’approvazione delle linee di indirizzo per la revisione del Piano la Provincia di Lecco ha cercato di valorizzare il quotidiano lavoro di confronto con gli amministratori locali impegnati nella redazione di rispettivi Piani di Governo del Territorio (PGT) e di sollecitare i rappresentanti del tessuto produttivo e delle associazioni a offrire contributi di conoscenza e di idee per la redazione del PTCP, per mettere a disposizione dei cittadini gli strumenti di pianificazione indispensabili per affrontare le sfide dell’attuale situazione economica e per cogliere pienamente le opportunità del futuro.

La Conferenza dei Comuni, delle Comunità Montana e degli Enti gestori delle aree protette, in particolare, ha espresso il proprio parere favorevole alla proposta di variante lo scorso 7 marzo, al termine di una serie di incontri con i rappresentanti delle amministrazioni locali e di un proficuo confronto all’interno dell’Ufficio dei Circondari, il gruppo ristretto di amministratori cui è demandato il compito di seguire da vicino l’attività di revisione.

“Le novità del Piano – conclude l’Assessore Bezzi – riguardano temi strategici per lo sviluppo del territorio: le attività produttive, la componente socio-economica, il paesaggio, la rete ecologica e la rete verde. Il lavoro compiuto fino a ora e la fattiva collaborazione garantita dagli amministratori locali e da tutti gli interlocutori coinvolti lasciano presumere che la proposta di Piano possa essere trasmessa al Consiglio Provinciale per l’adozione entro la fine dell’anno in corso”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.