Lecco, 3 settembre 2013 – Il cortometraggio La Vita è un Trick è stato realizzato grazie al progetto UPI (Unione delle Province d’Italia) Tra web e realtà: percorsi di sperimentazione creativa in rete, finanziato da www.azioneprovincegiovani.it e promosso dalle Province di Milano (capofila), Lecco, Pavia, Lodi, Monza e Brianza, For.Ma Mantova, Scuole civiche di Milano, Comune di Cassina de’ Pecchi, Rete Civica di Milano, Cooperativa La Linea dell’Arco, Istituto Badoni di Lecco, Aps flore.

Il video è stato realizzato con il coinvolgimento di una decina di ragazzi che, attraverso il corto e la partecipazione attiva di quattro protagonisti, raccontano e descrivono le proprie passioni in merito ad alcuni sport alternativi: Bmx, Skate, Snowboard e Arrampicata.

Da giugno il video è stato diffuso in occasione di eventi musicali serali, presso bar e ritrovi giovanili e da settembre verrà promosso presso alcune scuole medie e superiori.

Il progetto Tra web e realtà vuole costruire dal basso, attraverso una condivisione e una partecipazione concreta, un network di Radio Web e di prodotti multimediali gestiti direttamente da giovani e da realtà di carattere culturale e sociale. Si pone l’obiettivo di coinvolgere diverse esperienze, valorizzandole e creando percorsi di scambio delle stesse e nuove collaborazioni. Attraverso un portale, utilizzando sia la Rete virtuale sia la rete di relazioni reali, vuole offrire alla Radio una formazione specifica sia di carattere tecnica sia di riflessione sulle potenzialità e criticità dello strumento.

Tutte le azioni del progetto Tra web e realtà rivolte ai giovani delle province capofila, partner e degli associati sono interamente gratuite.

DIFFUSIONE

Il progetto Tra web e realtà – Up-Network ha permesso di orientare le nuove generazioni a un uso corretto e critico dei media, creando uno spazio di protagonismo attivo e favorendo la scoperta e la condivisione di risorse e potenzialità individuali e collettive. Attraverso il corto si è cercato di creare un’occasione di protagonismo, ma anche di lavoro creativo per i giovani della provincia di Lecco.

Lo Sport, termine inglese giunto in Italia solo nel XX secolo, ha subito col tempo diverse interpretazioni di pensiero, dalla semplice attività ludica con valenza educativa e formativa, all’agonismo correlato all’idea del confronto, della sfida, del risultato, del profitto.

I protagonisti di La Vita è un Trick restituiscono una lettura nuova di questi elementi, raccontando qual è l’impegno che ciascuna disciplina praticata richiede e quali sono le forme di relazione sociale che si attivano tra chi pratica questi sport che, sebbene siano definibili come individuali, consentono viceversa di vivere forti e inedite modalità relazionali.

Inoltre, molteplici sono i benefici che l’attività fisica procura a livello psicologico, fisico e cognitivo, aiutando la crescita di autostima e offrendo l’opportunità di creare dei momenti di integrazione sociale tra coloro che hanno esperienza e i più giovani che per la prima volta intendono sperimentarsi in discipline ancora considerate non convenzionali.

Con questo progetto è stata favorita la partecipazione dei giovani alla vita delle comunità e il corto intende essere uno spazio virtuale di comunicazione e di confronto che utilizza un linguaggio innovativo. I processi di ideazione e produzione di questo lavoro hanno consentito di coinvolgere diverse esperienze, valorizzandole e creando percorsi di scambio e collaborazione.

Il corto è stato realizzato all’interno del progetto Up-Network, richiamando con il prefisso up diversi significati, in primo luogo la possibilità di salire di livello (up grade).

Nel periodo giugno-ottobre 2013 sono state previste proiezioni secondo differenti modalità in relazione ai contesti. Il corto è stato inoltre presentato attraverso il web, diffuso attraverso il portale OPS della Provincia http://ops.provincia.lecco.it/view_news.php?PUBB_id_news=516 e la pagina facebook dedicata http://www.facebook.com/lavitaeuntrick. Da settembre la diffusione riguarderà prioritariamente le scuole medie e superiori.

Obiettivi:

  • Nascita di nuove relazioni con il territorio e le istituzioni per la promozione e il supporto delle attività sportive alternative.
  • Sviluppo dell’attenzione verso i soggetti attivi in ambiti sportivi non formali intesi come modelli positivi.
  • Aumento dell’interesse dei più giovani verso forme sportive non convenzionali.
  • Promozione dell’utilizzo del video come strumento e linguaggio di comunicazione.

Risultati attesi:

  • Attivazione di nuove forme di collaborazione tra gruppi informali e associazioni del settore con le istituzioni e il territorio.
  • Utilizzo del corto entro percorsi formativi, didattici ed educativi.
  • Avvicinamento delle nuove generazioni ai soggetti più esperti.
  • Realizzazione e diffusione dell’utilizzo del video e/o dei prodotti multimediali come strumento di comunicazione.

Destinatari:

  • Rete: tale contenitore verrà battuto in ogni sua potenzialità dai protagonisti del corto e dai ragazzi che ci hanno lavorato.
  • Locali: sono stati individuati locali sensibili dove proiettare il corto, di frequentazione prettamente giovanile, che consentono di raggiungere un discreto numero di spettatori anche per via della loro differente collocazione geografica nella provincia di Lecco.
  • Scuole: sono stati presi in considerazione gli istituti coinvolti nel progetto, il Badoni di Lecco e il comprensivo di Mandello del Lario, frequentato negli anni passati dai protagonisti del corto e dove attualmente sono iscritti i più giovani sportivi che stanno avviando la propria passione. Da settembre/ottobre il corto sarà diffuso presso le scuole.
  • Partner: i soggetti della rete del progetto Up-Network riceveranno copia fisica del corto o link per la condivisione multimediale sulle specifiche piattaforme web.
  • Eventi: gli eventi estivi della provincia lecchese appaiono come contenitori ideali per la diffusione di massa del prodotto realizzato e in tal senso sono stati presi contatti con i differenti organizzatori.


Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.