Dopo il sopralluogo presso la galleria Monte Piazzo, nella sala del Consiglio del Comune di Dorio si è tenuta una riunione operativa ristretta, voluta e organizzata dal Presidente della Provincia di Lecco Daniele Nava.

Oltre al Presidente Nava erano presenti il Ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi, l’Amministratore Unico di ANAS Pietro Ciucci, il Prefetto di Lecco Antonia Bellomo, l’Assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno, l’Assessore regionale lecchese Antonio Rossi, gli Assessori provinciali Stefano Simonetti, Franco De Poi e Carlo Signorelli, il Sindaco di Dorio Gianpietro Tengattini, il Presidente della Camera di Commercio di Lecco Vico Valassi.

La riunione è stata utile per fare il punto sulla situazione e formulare le ipotesi di intervento sulla SP 72, che nell’ultimo mese, a causa della totale chiusura della SS36, ha registrato un notevole incremento dei flussi veicolari, rappresentando l’unico collegamento per il traffico pesante con la Valtellina.

Il Presidente Nava ha infatti espresso particolare preoccupazione per la situazione del manto stradale della strada provinciale, che ha avuto un repentino deterioramento. Inoltre ha consegnato al Ministro Lupi, all’Amministratore Unico di ANAS Ciucci e all’Assessore Del Tenno la documentazione fotografica della SP72 e il progetto con la stima dei costi per il ripristino dell’infrastruttura, chiedendo ad ANAS di intervenire sin da venerdì 14 giugno, giorno successivo alla riapertura della galleria Sud della SS36.

Il Ministro Lupi ha chiesto a Ciucci un intervento rapido, insieme allo stanziamento di fondi, e ha auspicato il rafforzamento della sinergia tra i diversi enti, che ha caratterizzato la gestione dell’emergenza.

L’Assessore Del Tenno a sua volta ha dato la massima disponibilità affinché Regione Lombardia possa ricoprire un ruolo di raccordo tra i soggetti del territorio per delineare un progetto più ampio per la viabilità regionale in questo punto strategico.

“Ringrazio il Ministro Lupi per l’attenzione verso il nostro territorio – commenta il Presidente Navae auspico che ANAS e Regione Lombardia possano intervenire come ribadito. La Provincia sarà attiva affinché questo avvenga in tempi strettissimi e comunque già dai prossimi giorni. Il nostro sistema socio-economico ha pagato a caro prezzo la chiusura della SS36 e ciò non può più accadere. Il nostro impegno sarà quello di monitorare la situazione affinché questa criticità viabilistica non si ripresenti. Nel medio periodo è comunque necessario un incisivo intervento strutturale destinato a migliorare la coesistenza del traffico veicolare con le esigenze antropiche degli abitanti lungo la SP72″.




Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.