Le unità cinofile (cane e conduttore) della Scuola Italiana Cani di Salvataggio, sede operativa di Milano Idroscalo, vigileranno sulle acque del Lario insieme agli agenti della Polizia provinciale di Lecco, già impegnati nei servizi estivi di polizia lacuale in attuazione del Patto per la Sicurezza dell’Area del Lago di Como.

I cani da salvataggio (come i Terranova e i Labrador), dotati di uno speciale brevetto della S.I.C.S. riconosciuto a livello nazionale, saranno imbarcati sulle unità navali della Polizia provinciale e collaboreranno, a titolo completamente gratuito, nel presidio delle sponde lecchesi in funzione di prevenzione e soccorso.

Partita in via sperimentale domenica 15 luglio, l’iniziativa proseguirà per tutte le domeniche estive sino a metà settembre e prevede anche la possibilità di sbarco delle unità cinofile sui principali lidi lariani del ramo lecchese, con finalità ludico-dimostrative.

Questi prodigiosi amici a quattro zampe sono in grado di tuffarsi dalle motovedette e dai gommoni con l’unico obiettivo di soccorrere chi è in difficoltà, grazie a un addestramento rigoroso e a una perfetta intesa con il conduttore.

“L’opportunità di avere un cane a bordo dei natanti della Polizia provinciale – commenta il Presidente Daniele Navapotrà offrire ai volontari della S.I.C.S. operanti sul nostro territorio un’ulteriore occasione per migliorare le proprie capacità operative e nel contempo alle pattuglie della Polizia provinciale, impegnate per garantire il controllo e la sicurezza della navigazione, un efficace supporto nella prevenzione e nel soccorso dei fruitori del lago, soprattutto bagnanti”.

“La sicurezza in acqua e il rispetto per l’ambiente, obiettivi già perseguiti attraverso l’Operazione Lario Sicuro, sono fondamentali – aggiunge l’Assessore alla Protezione Civile Franco De Poi Per questo, un’unità cinofila ben addestrata, insieme a chi opera istituzionalmente sul lago per una navigazione più sicura, può trasmettere un messaggio positivo in un’ottica di sensibilizzazione, consentendo di coniugare al valore tecnico dell’iniziativa un legame più concreto tra le istituzioni deputate al controllo e il cittadino. E’ innegabile che la presenza di questi cani sulle spiagge e le loro performance destino la curiosità e l’interesse di adulti e bambini e creino un contatto più ravvicinato tra le forze di polizia e i bagnanti”.



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.