L’Assessore allo Sviluppo Economico, al Turismo e all’Agricoltura Fabio Dadati ha visitato nei giorni scorsi il Parco Monte Barro, ospite del Presidente del Consorzio Parco Monte Barro Federico Bonifacio e dell’intero Consiglio di Amministrazione.

L’incontro è stato incentrato in particolare sulla conoscenza del grande complesso dell’Eremo il cui progetto di ristrutturazione è stato inserito nel Sistema Turistico Lago di Como. L’Assessore Dadati ha avuto modo di visitare anche le strutture del Parco inserite nell’edificio dell’Eremo: il Centro Visitatori Parco, il Centro per l’Educazione Ambientale, con annesso il Laboratorio Ecologico Didattico, il Museo Archeologico del Barro (MAB) con l’Antiquarium Gothicum dove sono custoditi ed esposti più di 400 reperti rinvenuti nel corso delle campagne archeologiche ai Piani di Barra, la foresteria con 25 posti letto, il bar-ristorante e i numerosi locali ancora da ristrutturare. La visita è proseguita all’attigua chiesa di Santa Maria e al Parco Archeologico dei Piani di Barra con i resti del più grande insediamento di epoca gota scoperto in Italia (V-VI sec. d.C.) e si è conclusa in Villa Bertarelli.

“Il Parco Monte Barro rappresenta un importante patrimonio per il territorio – ha commentato l’AssessoreDadati – una risorsa anche per il turismo lecchese per la sua rilevanza naturalistica, paesaggistica, culturale e scientifica. Ho apprezzato in particolare il sito archeologico e la cura dei boschi e delle aree prative in cui è inserito. Nel corso della visita mi hanno colpito, inoltre, l’amore e la passione che gli amministratori pongono nella cura e nella gestione del Parco. Il mio impegno sarà indirizzato a sviluppare sinergie con le strutture ricettive e le agenzie turistiche del territorio e, su sollecito degli amministratori, a valutare interventi che possano riqualificare alcune parti dell’Eremo. Un lavoro che dovrà essere affrontato con tutti gli attori coinvolti nella valorizzazione dell’intero complesso”.

“Con grande piacere, assieme all’intero Consiglio di amministrazione del Consorzio Parco Monte Barro, ho accolto l’Assessore Dadati per una sua visita al Parco – ha sottolineato il Presidente Bonifacio – Ho fatto presente all’Assessore che questo progetto consentirebbe di acquisire al sistema turistico lecchese una notevole struttura ora solo parzialmente utilizzata. L’Eremo del Monte Barro, localizzato a 750 metri di quota, occupa una posizione centrale nel Parco e nell’omonimo SIC (Sito di Interesse Comunitario); è un grande edificio di proprietà del Parco Monte Barro la cui riconversione a scopo turistico consentirebbe un migliore utilizzo di un vasto complesso localizzato in un luogo suggestivo e dal quale si percepiscono splendidi panorami. A seguito di questa gradita visita non posso che auspicare che la Provincia di Lecco, Ente consorziale di particolare rilevanza, abbia sempre più a considerare il Parco Monte Barro come una risorsa importante per l’intero territorio lecchese e che possa contribuire a una riqualificazione del complesso dell’Eremo per un turismo sostenibile di qualità in un luogo di grande pregio naturalistico e storico-culturale a due passi da Lecco e non lontano da Milano”.

Lecco, 17 Novembre 2010



Sito accessibile certificato CNIPA
Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.